I sistemi abitativi ad alta efficienza energetica

I sistemi abitativi ad alta efficienza energetica rappresentano la nuova frontiera dell’edilizia eco-sostenibile e di conseguenza andrebbero presi in considerazione nella pianificazione dei progetti edilizi delle nostre città. Tra le numerose soluzioni proposte spiccano i moduli prefabbricati caratterizzati dalla presenza di un involucro poliuretanico (le PUR-E-HOUSE) realizzato con materiali costruttivi industrializzati il cui utilizzo è finalizzato ad assicurare il massimo delle prestazioni per ciò che concerne una serie di aspetti come quello termo-igrometrico e quello acustico.

Tra i suoi vantaggi spicca il suo esemplare comportamento di fronte ad un potenziale sciame sismico, con lo scopo non solo di massimizzare il comfort abitativo interno, ma anche di garantire la sicurezza degli occupanti offrendo loro la possibilità di ridurre drasticamente i consumi energetici. In particolare stiamo parlando di sistemi abitativi la cui efficienza energetica deriva dalla loro stessa struttura che il più delle volte si presenta in forma stratificata e cioè costruita da pilastri e travi a telaio in legno lamellare rivestite da un involucro isolato e ventilato, che a sua volta è stato realizzato con pannelli lineari e curvi in poliuretano, rivestiti con lamina di alluminio e profili metallici in acciaio integrati. Per comprendere meglio l’apporto innovativo di questi rivoluzionari sistemi abitativi occorre soffermarsi sulla loro massima efficienza energetica e sostenibilità derivante dalla presenza di pannelli fotovoltaici i quali hanno lo scopo preciso di garantire la massima produzione di energia pulita. Inoltre sono stati inseriti anche dei lucernari con l’obiettivo di ottimizzare l’illuminazione.

Leggi tutto

Migliori macchine da cucire: quale comprare ?

Nella scelta della macchina da cucire migliore per le proprie esigenze bisogna prendere in considerazione una serie di specifici criteri di valutazione tra cui spicca senza dubbio la tipologia dei punti di cucitura che rappresenta tutto sommato un fattore determinante.

Migliori macchine da cucire

Però per capire quali e quanti punti di cucitura una macchina da cucire deve possedere per potere essere considerata valida ma soprattutto versatile occorre stabilire quale sarà il suo uso e cioè quanto frequentemente verrà utilizzata, ma non solo, occorrerà verificare anche se si userà la macchina solo per  cucire o anche per ricamare. Insomma la sua usabilità unitamente alla sua maneggevolezza rappresentano due aspetti da non sottovalutare nella scelta che precede l’acquisto di una macchina da cucire.

Quali sono le migliori macchine da cucire ?

1.Singer Curvy 8770

La Singer Curvy 8770 è un’ottima macchina da cucire al punto da essere considerata la migliore in assoluto, complice una serie di caratteristiche tecniche davvero interessanti. Innanzitutto degno di nota è il pacchetto delle sue funzionalità insieme ad un kit di accessori davvero ricco e variegato. Questi aspetti ne fanno un modello elettrico di alto livello specie per il suo carattere super automatico. In pratica ognuno degli accessori presenti nella confezione amplia il raggio d’azione delle sue funzionalità da cui deriva una comprovata versatilità. In siffatto contesto il suo prezzo elevato è ampiamente giustificato, non solo per i suoi vantaggi strutturali ma anche per le sue prestazioni davvero efficienti.

Ideale: per coloro che stanno cercando una macchina da cucire con cui realizzare un numero consistente di lavori di sartoria, tra cui ogni genere di cuciture, ricami ma anche decori di vario tipo. In particolare le sue funzioni mirate ne fanno un modello perfetto per sarte professioniste, come la sua facilità d’uso e il suo carattere automatico, la rendono ideale anche per coloro che sono alle prime armi.

Punti di forza: spicca per l’eccezionale kit di accessori in dotazione tra cui occorre segnalare la presenza di un’asola automatica, di un gruppo di aghi oltre a 4 piedini aggiuntivi per rendere più comodo il suo pratico utilizzo, senza dimenticare l’utile kit di manutenzione all’interno della confezione. Con questo modello abbiamo un’ampia scelta di punti di cucito.

Punti deboli: non abbiamo riscontrato per questo modello alcun tipo di svantaggio, anzi sono numerosi come abbiamo visto i suoi punti di forza

Controlla cliccando quì l’offerta su Amazon

Singer Curvy 8770 Macchina per Cucire Elettronica, Bianco
  • Dotato di 225 programmi di cucito, 7 occhielli automatici e 1 alfabeto
  • Sistema di infilatura Swift Smart, infilatura della bobina Drop & Sew e infilatura automatica...
  • Dotato con schermo LCD e 3 luci LED

2.Singer Curvy 8763

La Singer Curvy 8763 è una macchina da cucire particolarmente gettonata dagli utenti soprattutto per il suo eccezionale rapporto qualità/prezzo. In questo modo ad un prezzo davvero ragionevole possiamo portarci a casa un modello dalle ottime potenzialità. Infatti il suo costo si sposa perfettamente con il buon livello delle sue performance dal carattere sicuramente soddisfacente soprattutto per il numero di punti di cucito disponibili. A ciò dobbiamo aggiungere un valido kit di accessori in dotazione, senza dimenticare l’interessante numero di funzioni che vengono svolte in maniera automatica in modo da consentire a chiunque di utilizzare questa macchina indipendentemente dalla loro effettiva dimestichezza.

Ideale: per coloro che stanno cercando un modello di ottima qualità ma soprattutto caratterizzato da una buona versatilità, senza dover necessariamente spendere molti soldi. Inoltre essa è adatta sia per sarte professioniste che per quelle meno esperte, grazie al suo funzionamento pratico e intuitivo.

Punti di forza: spicca non solo per il suo prezzo appetibile ma anche per una serie di vantaggi strutturali come la regolazione del piedino, la comoda custodia e il valido kit di accessori in dotazione. In generale siamo di fronte ad una macchina di buona fattura, caratterizzata da una buona scelta di punti essenziali per il cucito

Punti deboli: rispetto ad altre macchina da cucire, questo modello ha una versatilità decisamente ridotta

Controlla cliccando quì l’offerta su Amazon

Singer Curvy 8763 Macchina per Cucire Elettronica
  • Sistema di infilatura Swift Smart
  • Infilatura automatica dell'ago in una sola operazione
  • Tasti selezione punti

3.Husqvarna Viking H|Class E20

La Husqvarna Viking H|Class E20 è una macchina da cucire molto apprezzata dagli utenti al punto da essere considerata la più venduta sul mercato. Le ragioni di questo successo commerciale sono frutto di una equilibrata combinazione tra buone caratteristiche tecniche tra cui un valido numero di punti di cucito e un interessante kit di accessori. Se a ciò aggiungiamo un prezzo irrisorio rispetto a quelli della sua categoria è facile dedurre che siamo di fronte ad un modello particolarmente vantaggioso sotto vari punti di vista. Certo dato il suo costo contenuto è lecito trovare in questo modello alcune limitazioni come l’assenza totale di comfort, dato che si sente la mancanza di un display digitale per una lettura pratica e intuitiva delle misure, di luci LED ma anche di altre funzioni automatiche che avrebbero consentito un uso frequente anche da parte di chi non ha una particolare manualità. In generale essa viene consigliata non solo alle sarte professioniste ma anche a coloro che sono alle prime armi, anche se per quest’ultimo aspetto nutriamo dei seri dubbi, specie se il funzionamento non è automatico come dovrebbe essere per i modelli di questa fascia di prezzo.

Leggi tutto

Un termoidraulico specializzato davvero in tempo reale a casa tua

Con l’avvicinarsi della stagione invernale, c’è un compito di cui non ti devi dimenticare, per non rischiare di rimanere al freddo e al gelo: devi controllare il corretto funzionamento della caldaia di casa tua. Per questa incombenza hai bisogno dell’assistenza di un tecnico specializzato: un professionista del settore che disponga delle competenze e degli strumenti del caso per verificare il corretto funzionamento di tutto l’impianto e per garantire che non ci saranno guasti né imprevisti nei mesi successivi.

Nel caso in cui tu non sappia a chi rivolgerti per la riparazione caldaie a Roma, puoi dare un’occhiata al sito Caldaieroma.com: avrai a che fare con un importante punto di riferimento del settore che ti consente di entrare in contatto con tecnici in grado di fornirti servizi affidabili e tempestivi. Che tu abbia in casa una caldaia elettrica o a gas, poco importa: l’azienda offre manutenzione e riparazioni su qualsiasi tipo di impianto termico, rilasciando – in caso di necessità – anche le certificazioni e il bollino blu.

Perché una caldaia smette di funzionare

Leggi tutto

I vantaggi di un allarme wireless

Scoprire le caratteristiche e i vantaggi di un allarme wireless permette di capire se valga o meno la pena di puntare su un antifurto senza fili per la propria abitazione. Va precisato che, dal punto di vista del funzionamento, un allarme senza fili e un allarme cablato (considerando anche gli allarmi ibridi) non possono essere considerati in competizione, nel senso che mettono a disposizione gli stessi tipi di reazione e possono essere collegati ai rilevatori comuni; sono simili, inoltre, per ciò che riguarda l’emissione di segnali e la programmazione. Chiaramente, il principale aspetto per cui sono differenti l’uno dall’altro riguarda l’installazione.

L’allarme wireless, infatti, non richiede opere murarie e può, quindi, essere installato senza problemi o difficoltà; inoltre, non c’è bisogno di posarlo nel momento in cui un edificio viene realizzato, ma può essere montato anche in un secondo momento. Con un allarme cablato, invece, c’è qualche problema in più, vista la necessità di far passare i fili dentro i muri: ecco perché sarebbe preferibile ricorrervi solo se si è alle prese con una ristrutturazione o con una nuova costruzione, quando si ha la possibilità di programmare e di pianificare la posa dei fili dentro le pareti. Sono le condizioni costruttive, pertanto, a orientare la scelta tra un allarme wireless e un allarme con i fili.

Leggi tutto

Le detrazioni fiscali per l’allarme casa

Le detrazioni fiscali per l’allarme di casa rientrano nel complesso delle agevolazioni incluse per le ristrutturazioni edilizie, e possono essere usufruite da coloro che comprano un impianto di allarme per la propria abitazione privata, per il proprio negozio o per il proprio ufficio. Il decreto legge n. 83 del 22 giugno del 2012 relativo agli sconti fiscali del 50% ha introdotto novità che consentono di detrarre la metà del prezzo di acquisto di un impianto per la sicurezza: si tratta di un passo in avanti rispetto alla detrazione del 36% che era contemplata fino al 2011. Il decreto Letta n. 83 che è stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 6 giugno del 2013, poi, ha prolungato il bonus fiscale: c’è stato, in seguito, un ulteriore aggiornamento tributario con la Legge di Stabilità dello stesso anno (la n. 147 del 27 dicembre del 2013). Di anno in anno, le proroghe sono state estese fino a tutto il 2017.

Come usufruire delle detrazioni per l’installazione di un allarme casa

Ma che cosa prevedono le detrazioni allarme casa? La legge ha stabilito che possono essere detratte tutte le spese sostenute per gli allarmi nell’ambito della progettazione di un edificio, per gli oneri di urbanizzazione; tra le spese che possono essere incluse ci sono anche quelle relative alle perizie, ai sopralluoghi e alle installazioni. La cifra massima che può essere detratta è pari a 96.000 euro.

Leggi tutto

Le mansioni di un idraulico professionista

Le mansioni di un idraulico includono l’installazione, la manutenzione e la realizzazione di impianti per la conduttura di aria, gas e acqua. Questa figura professionale è impegnata nell’esecuzione delle verifiche e delle prove di collaudo, nella realizzazione di tubature, nella preparazione degli impianti …

Leggi tutto

Lavandini da esterno: il complemento d’arredo per impreziosire il tuo giardino

Lo spazio outdoor col passare deli anni è diventato sempre più importante per valorizzare la propria abitazione. Esso, in altri termini, è vissuto come una appendice dell’ambiente interno, sia da un punto di vista pratico che estetico. Il giardino, dunque, rappresenta l’ambiente ideale per trascorrere piacevoli ore in compagnia di parenti e amici, in quanto si presta perfettamente all’organizzazione di eventi di vario genere (barbecue, brunch, feste, aperitivi, ecc.).

Al fine di rendere accogliente e funzionale lo spazio esterno, è opportuno dotarlo di tutti gli arredi necessari, scegliendo tra una vasta gamma di stili (classico, moderno, contemporaneo, ecc.). Ciò che è davvero importante è optare per mobili realizzati con materiali idonei per l’outdoor, ovvero in grado di resistere alle intemperie e all’usura.

I lavandini da esterno per un giardino più confortevole e trendy

Uno dei punti forti dell’arredamento da giardino è senz’altro il lavandino da esterno che, oltre a essere molto utile, è anche in grado di conferire al giardino un tocco di classe. Questo accessorio costituisce la scelta ottimale per coloro che desiderano avere uno spazio outdoor completo e dotato di ogni confort. Esso, ad esempio, potrà essere collocato nei pressi del barbecue o del forno a legna, oppure sotto al gazebo accanto al tavolo.

Leggi tutto

Il pronto intervento tecnico a domicilio a Roma che non ti lascia mai solo

Un servizio di pronto intervento tecnico attivo 24 ore su 24 può essere utile in una grande varietà di circostanze e per evitare le conseguenze negative di un inconveniente elettrico o idraulico. Avere la consapevolezza di poter contare, in qualsiasi giorno dell’anno e a qualsiasi ora del giorno e della notte, sull’assistenza a domicilio di un elettricista, di un fabbro o di un idraulico a Roma permette di affrontare la quotidianità in modo sereno e senza preoccupazioni. I servizi che vengono messi a disposizione sul sito Prontoriparazioni sono un esempio dell’affidabilità, della professionalità e della rapidità di cui si può beneficiare, grazie a un centralino attivo sia di giorno che di notte.

Proprio la rapidità, in molti casi, è ciò che fa la differenza tra dei comuni tecnici e degli idraulici, fabbri ed elettricisti a Roma di spessore e comprovata esperienza. Si immagini, per esempio, a una rottura improvvisa di un tubo che determina un allagamento della casa: in una situazione del genere intervenire nel minor tempo possibile è indispensabile, poiché l’umidità potrebbe provocare danni definitivi alle pareti o ai pavimenti. Oppure si pensi alla classica circostanza di una chiave che si rompe nella serratura di una porta: un evento di per sé fastidioso, dal momento che impedisce di rientrare nel proprio appartamento se ci si trova fuori di casa, e che diventa ancora più irritante e sgradevole se si è costretti a rimanere all’aperto al freddo o sotto la pioggia.

Velocità e affidabilità

Leggi tutto

Antifurto monolocale: quale scegliere?

La scelta dell’antifurto con il quale proteggere la propria casa è fondamentale, anche quando si tratta di tutelare un’abitazione piccola, come un monolocale. Sempre più persone, oggi, nell’offerta immobiliare, optano per i monolocali: sono comodi ed economici, soprattutto nelle grandi città. Tuttavia bisogna anche sapere scegliere un sistema di sicurezza per la propria casa, indipendentemente dalle sue dimensioni. Trovare l’antifurto monolocale che fa per sé richiede un consulto con i veri professionisti del settore, che potranno prima effettuare un sopralluogo dell’abitazione allo scopo di capire quali sono le zone che hanno bisogno di essere protette, e di conseguenza passare alla predisposizione e installazione del sistema di allarme più adatto.

La scelta dell’antifurto monolocale non deve essere fatta frettolosamente, anzi; dovrebbe essere il risultato di una attenta valutazione di tutti i fattori di rischio che possono esserci nella casa. Per questo motivo rivolgersi ad un professionista, sia in fase di scelta che in fase di installazione, può essere la soluzione ideale.

Ma quale antifurto monolocale scegliere?

Oggi come oggi l’offerta di allarme per le case è molto vasta e tecnologica, e ci sono opzioni per tutte le tasche e per tutte le esigenze.  L’antifurto più diffuso per l’abitazione rimane quello wireless, senza fili. Se si vive in un monolocale, il sistema di allarme ideale è senza fili, per una serie di motivi. Innanzitutto l’antifurto monolocale wireless è molto più pregevole dal punto di vista estetico: non si nota e si può integrare in modo ottimale con l’arredo dell’ambiente. 

Leggi tutto

Lampadari moderni, come usarli in casa

Il ricorso ai lampadari moderni per l’illuminazione in casa può garantire risultati più che apprezzabili, non solo dal punto di vista estetico: prima di acquistare questo o quel modello, però, vale la pena di progettare in anticipo la gestione delle luci, così da ottenerne il massimo beneficio. In cucina, per esempio, è sempre bene ricordare che si deve “lavorare”: si tratta, in altri termini, di un ambiente operativo, il che vuol dire che la componente funzionale è altrettanto importante rispetto a quella estetica. Una particolare attenzione deve essere riservata, per esempio, alla scelta delle fonti luminose da adottare per il piano cottura: illuminarlo in maniera adeguata non serve unicamente a facilitare la sua pulizia, ma anche a prevenire sgradevoli incidenti. Nelle varie aree di lavoro, l’illuminamento base non dovrebbe essere inferiore ai 300 lux, mentre gli apparecchi non protetti dovrebbero essere posti a giusta distanza dai lavelli; lo stesso vale per i dispositivi potenzialmente sensibili al contatto con i liquidi.

Lampadari moderni

Come illuminare la sala da pranzo

lampadari moderni sono ideali, invece, per la sala da pranzo, dove comunque è bene non ricorrere a un impianto caratterizzato unicamente da luce indiretta, a maggior ragione nel caso in cui si tratti di un locale molto spazioso: così facendo, infatti, la luce finirebbe per disperdersi e il tavolo – che dovrebbe essere il fulcro dell’ambiente – non potrebbe essere illuminato a sufficienza. Da evitare anche gli abbagliamenti fastidiosi che potrebbero derivare da spot orientati sul piano, così come sul tavolo è da bandire la luce colorata: essa, infatti, finirebbe per modificare la percezione dei piatti. Tra le altre situazioni a cui prestare attenzione, cercando di evitarle quando possibile, gli eccessivi livelli di illuminamento e le sospensioni eccessivamente basse, sgradevoli quando ci si trova a tavola con altre persone. Insomma, una lampada a sospensione va bene, ma a condizione che si trovi alla necessaria altezza e che sia collocata in mezzo al piano, così che sia in grado di illuminare nel migliore dei modi il tavolo.

Leggi tutto

Come si può risparmiare sul trasloco

Tra le varie preoccupazioni che devono essere affrontate da chi si accinge ad affrontare un trasloco, una delle più significative è quella connessa al tema dei costi: un evento del genere, infatti, può presupporre una spesa non indifferente, destinata ad aumentare se la distanzache deve essere coperta è molto ampia o se il numero di arredi e mobili da spostare è particolarmente elevato. Rivolgersi a un’azienda seria e affidabile come quella che si può conoscere grazie al sito www.traslochisardegna.net è senza dubbio una garanzia di affidabilità, ma sono molti gli aspetti che vanno valutati per cercare di risparmiare il più possibile senza che – ovviamente – ciò abbia ripercussioni sulla qualità e sulla sicurezza del trasloco stesso.

Il primo consiglio da tenere a mente è quello di muoversi per tempo: una programmazione organizzata con il giusto anticipo fa sì che tutte le voci di costo possano essere tenute sotto controllo con calma e serenità, senza che si affronti il rischio di corse dell’ultimo secondo. Questo vuol dire, tra l’altro, decidere che cosa è degno di essere conservato e cosa, invece, può essere messo da parte, regalato, venduto o dato in beneficenza. Prendere appunti è sicuramente un’idea intelligente, perché consente di fare ordine tra le proprie idee e di gestire tutte le fasi di un trasloco – una situazione che di per sé è abbastanza confusionaria – nel modo più efficiente possibile.

Gli imballaggi 

Leggi tutto

Cuocere in modo naturale con le padelle in pietra

Se si pensa che alcune etnie di indios restati fedelmente ancorati alle ancestrali abitudini dei loro avi, cuociono i loro cibi sulla pietra, sarà facile intuire che questo metodo ha sempre assicurato una efficace preparazione di alimenti cucinati sin dalla notte dei tempi. La conquista del gas che ha soppiantato il fino allora fondamentale camino o la cucina a legna e, oggi, della più moderna induzione che sfrutta la corrente elettrica, sono i modi con i quali siamo abituati a cucinare i nostri cibi.

Preparare dal semplice uovo fritto ad un complicato manicaretto da chef, oltre che del metodo che ci consente la cottura di queste preparazioni, c’è bisogno di un fondamentale elemento dove porre i cibi che andranno sopra la fonte di calore. Parliamo di pentolame ovviamente e, tra i tanti modelli di utensili che appartengono a questa categoria, in ogni casa non può mancare una solida padella, ossia quel particolare tipo di pentola adatta per vari scopi.

Padella, questa sconosciuta

Non si tratta di una invenzione recente, tutt’altro dal momento che delle padelle in rame erano utilizzate molti secoli avanti Cristo in Mesopotamia. I Greci le chiamavano téganon mentre, per gli antichi Romani erano semplicemente patella oppure sartaginem ed erano alquanto note visto che sono ampiamente citate nel testo De Re Coquinaria a firma di Marco Gavio Apicio che le nomina come patella frixilis.

Leggi tutto