Viaggi Fotografici, solo in compagnia ?

E’ meglio viaggiare in compagnia o da soli? Cosa conviene?

Meglio viaggiare da soli o in compagnia? Una domanda che ci si fa sempre ma che non ha una risposta unica perché dipende da molti punti: che tipo di carattere si ha, se si ama viaggiare in compagnia o meno, se ci sono amici che come noi amano questo tipo di viaggi, ecc. Tutto verte su questi fattori che girano intorno alla personalità e al modo di essere di ognuno. E ciò è ancor più vero se parliamo di un viaggio fotografico.

Viaggi Fotografici

Alcuni preferiscono viaggiare in compagnia perché piace dividere il viaggio con altre persone mentre altri preferiscono viaggiare da soli perché hanno i propri ritmi. I due tipi di viaggi sono assolutamente esperienze diverse e per, come tutte le situazioni, ci sono lati positivi e lati negativi.

I lati positivi e negativi del viaggio in compagnia

Positivi:

  • si risparmierà perché alcune spese si potranno dividere come l’alloggio, il noleggio di mezzi, ecc;
  • si avrà accanto a noi qualcuno con cui parlare e scherzare;
  • si viaggerà più sicuri perché si saprà su chi chiedere aiuto nel caso subentrino difficoltà;
  • si condividerà l’esperienza con qualcun altro e si potrà raccontare il viaggio secondo “gli occhi” di tutti.

Negativi:

  • vivendo 24 ore su 24 con altra gente non si avrà più la propria privacy;
  • non si avranno più dei momenti per se stessi;
  • non si potrà avere più un momenti di tranquillità;
  • viaggiare con altri significa dividere tutto e scendere a compromessi perché si potrebbero avere gusti ed interessi differenti;
  • si potrebbero avere discussioni.

E’ preferibile fotografare in compagnia o da soli?

Ci sono appassionati che preferiscono fare l’esperienza della fotografia in solitudine per essere liberi di decidere come programmarla mentre altri preferiscono il gruppo perché si sta meglio con più persone: ci si diverte di più e ci si scambia opinioni.

Perché fotografare da soli:

  • chi preferisce uscire solo con la propria fotocamera è colui che non ama i vincoli;
  • si è più concentrati sulle foto, sulla scena, sul luogo dove fermarsi, sulla luce giusta aspettando anche molto tempo per cogliere il momento adatto;
  • si preferisce vivere questo momento in intimità con se stessi e con i propri pensieri anche per trovare il momento esatto per scattare la foto “giusta” che rappresenti la nostra esperienza.

Perché fotografare in compagnia:

  • è un momento di condivisione perché insieme si possono scegliere il giorno, il luogo, l’itinerario, i compiti, ecc.;
  • ci si scambiano opinioni;
  • ci si può scambiare anche attrezzature che non si posseggono per ampliare la propria conoscenza nel modo di fotografare.

Conclusioni

Viaggiare è una bellissima esperienza! Da soli o da dividere con qualcun altro sono situazioni diverse ma altrettanto belle ed appaganti. Viaggiare da soli, sicuramente,richiede più coraggio e preparazione soprattutto se si tratta della prima volta. Sarà una scelta meravigliosa ma non tutti possono portarla avanti quindi bisogna pensarci bene! Ma anche viaggiare in compagnia sarà un’ottima opportunità perché si vedrà tutto anche con gli “occhi” degli altri.

Quindi è meglio viaggiare soli o…in compagnia? A voi la scelta e… buon viaggio!