Viaggi naturalistici per aiutare l’ambiente



L’epoca in cui viviamo è caratterizzata da importanti problemi ambientali veicolati da tutta una serie di fattori legati alla crescita demografica dell’umanità e dall’insostenibilità delle attività umane.

Viaggi naturalistici

In questi ultimi decenni infatti, la popolazione mondiale è aumentata a ritmi vertiginosi toccando i 7 miliardi di individui nel 2011 e lanciata verso i 10 miliardi del 2050. Questo fatto comporta l’ampiamento delle aree coltivate nel mondo per soddisfare il fabbisogno di cibo a spese delle aree naturali come boschi e foreste.

La deforestazione derivante dalle coltivazioni e dagli allevamenti provoca la riduzione degli habitat naturali delle specie animali e vegetali che ora si trovano sull’orlo dell’estinzione. Specie simbolo come i gorilla, le tigri,i leoni, i rinoceronti, gli elefanti e le giraffe sono ora sempre più rare. Ovviamente le specie marine condividono la stessa sorte per colpa dell’aumento dello sforzo di pesca necessario a soddisfare la richiesta di pesci da parte dei mercati di tutto il mondo.

La riduzione degli habitat è associata anche ad altre pratiche illegali come il bracconaggio compiuto da persone poverissime che non hanno altra forma di sostentamento. Esemplare è il caso del rinoceronte che per colpa del suo corno, richiestissimo sui mercati asiatici, rischia di estinguersi a tempi record.
In uno scenario allarmante come l’attuale, esistono poche speranze che tuttavia meritano di essere inseguite e realizzate. Tra i diversi metodi per contrastare la distruzione degli habitat, uno dei più efficaci è lo sviluppo dell’ecoturismo.



Attraverso dei viaggi naturalistici è possibile contribuire alla conservazione delle aree naturali grazie al circolo virtuoso delle economie alternative. Lo sviluppo di itinerari turistici in aree naturali dove è possibile avvistare la fauna selvatica è infatti il miglior modo per educare le popolazioni locali nella conservazione del territorio che quindi si convertono nei primi guardiani delle risorse naturali.

Se ami l’ambiente, non esitare, partecipa ad un viaggio naturalistico, visita i parchi nazionali e partecipa ai progetti ambientali così da prendere parte nel difficile compito di difesa del patrimonio naturale.

Paesi dove la natura regna sovrana

Nella lista dei paesi dove effettuare un viaggio naturalisticio, sicuramente inseriamo la Kenia che ospita una delle faune più belle al mondo. Da ricordare la riserva faunistica del Masai Mara, una grande area dove vivono milioni di animali quali zebre, giraffe, leoni, leopardi, bufali che vanno a comporre uno degli ecosistemi naturali più belli al mondo. La difesa di questa area è diretta conseguenza del fiorente settore turismo che organizza safari in tutti i periodi dell’anno.

Un altro paese che ha investito molto sulla difesa del territorio è certamente il Costarica, il primo paese al mondo ad abolire l’esercito. Qui il territorio è protetto da leggi nazionali che hanno creato ampi parchi nazionali che sono oggi un’importante fonte economica. E’ certamente questa la direzione che noi di Keep the Planet ci auspichiamo per il futuro.