• Home »
  • News »
  • Il primo fucile da caccia: consigli utili sull’acquisto

Il primo fucile da caccia: consigli utili sull’acquisto

Siete alla ricerca del vostro primo fucile da caccia? Sappiamo perfettamente che davanti alla vasta gamma di fucili oggi disponibili in commercio è possibile sentirsi un po’ confusi, indecisi. Proprio per questo motivo abbiamo deciso di redigere per voi una breve guida all’acquisto del fucile da caccia, con tanti utili consigli. Buona lettura!

primo fucile da caccia

Prima di tutto, il marchio. Non dovete assolutamente fare affidamento sul primo brand specializzato in fucili da caccia che trovate sul vostro cammino e non dovete credere a coloro che vi dicono che un marchio alla fine vale l’altro dato che ormai tutti sono di alto livello. Non è affatto così, non tutti i marchi sono uguali e voi dovete necessariamente andare alla ricerca dell’eccellenza. Ma, questo, dirà qualcuno, può voler dire spendere un po’ di più. Il prezzo non è affatto un elemento importante nella scelta del vostro primo fucile da caccia, possiamo assicurarvelo! Noi vi consigliamo i fucili da caccia che sono disponibili sul Beretta store.

Sono fucili eccelsi infatti, realizzati con i migliori materiali, capaci di resistere a lungo nel tempo, calibrati in modo impeccabile. Sono fucili curati anche dal punto di vista estetico, belli quindi ed eleganti, proprio quello che ci vuole per iniziare a coltivare al meglio la vostra passione per la caccia. Senza dimenticare poi che su questo store non sono disponibili solo i fucili, ma anche il migliore abbigliamento da caccia e tutto ciò di cui potreste avere bisogno durante le vostre battute.

Ma quale fucile scegliere come primo fucile da caccia? Noi consigliamo un fucile che risulti molto versatile, adatto quindi a varie tipologie di caccia. Questo perché i cacciatori neofiti devono poter fare quante più esperienze possibile di caccia, al fine di comprendere quale sia la caccia più adatta per loro, quella che riesce ad offrire loro le più importanti soddisfazioni. Avere a disposizione un fucile versatile è interessante in realtà per tutti, anche per coloro che ormai neofiti non lo sono più, perché si riesce in questo modo ad utilizzarlo in modo costante è frequente, con la possibilità quindi di scoprire ogni possibile caratteristica dell’arma, creando così un rapporto di fiducia e un vero legame con il proprio fucile.

Per quanto riguarda il calibro, il migliore primo fucile da caccia è senza alcun dubbio un modello da calibro 12 che consente di utilizzare varie tipologie di munizioni, con un range molto elevato di grammature e con varie quantità di pallini. Questo significa poter ottenere la massima versatilità possibile, proprio quello di cui c’è bisogno come abbiamo appena avuto modo di osservare, riuscendo a cacciare persino il cinghiale e tutta quella selvaggina migratoria che può risultare molto complessa e impegnativa da catturare. Inoltre, il calibro 12 risulta facile da utilizzare anche sui campi di tiro, così’ da potersi allenare senza alcuna difficoltà. Infine a nostro avviso il calibro 12 risulta anche semplice da utilizzare, capace infatti di assicurare potenza e precisione. Ma i fucili calibro 12 non risultano un po’ troppo pesanti? Dobbiamo ammettere che rispetto ad altre tipologie di calibro, questi fucili hanno effettivamente un peso un po’ più elevato, che potrebbe essere di intralcio nella caccia vagante.

Siete alla ricerca di un fucile molto più leggero? Dovete allora assolutamente optare per un fucile calibro 20, ricordando però che la possibilità di scelta sono sicuramente inferiori e che sono ridotte anche le tipologie di munizioni disponibili. Il calibro 20 è leggero e maneggevole, ideale per tutti coloro che vogliono intraprendere battute di caccia in cui è necessario camminare molto, magari in zone poco confortevoli come quelle di montagna che prevedono immense salite. È ideale per la caccia vagante, perché la leggerezza rende possibile sparare in modo più rapido.

Ma è meglio optare per un semi automatico, per un sovrapposto o una doppietta? Non c’è un fucile migliore dell’altro da questo punto di vista, perché tutto dipende dalle proprie preferenze personali in primis e poi dalla tipologia di caccia. Ci teniamo però a sottolineare che i fucili semi automatici risultano senza dubbio molto più versatili, del tutto personalizzabili infatti dato che è possible cambiare senza difficoltà canne e strozzature, con la possibilità poi di adattare con altrettanta semplicità ed allineare il calcio rispetto ad altre tipologie di fucili. Poi il bello è che si hanno a disposizione molti colpi, senza dover ricaricare.