Usare il decespugliatore elettrico al meglio

Il decespugliatore elettrico è uno strumento molto comodo per eradicare le erbacce e le piante infestanti. Lo si usa ad altezza suolo per questa ragione e ad altezza superiore per avere un taglio dell’erba meno invasivo ed omogeneo. Difficilmente un giardino non ha bisogno di un buon decespugliatore elettrico. Quando si parla di verde ha molto senso uno strumento elettrico proprio perché oltre ad essere silenzioso, non ha emissioni nocive nell’ambiente. Il suo utilizzo è realmente tra i più semplici tra gli strumenti idonei per occuparsi del giardino poiché si aziona con un semplice bottone.

decespugliatore elettrico

La versione elettrica è molto comoda e occorre distinguerla da quella a motore, adeguata invece ad un uso professionale e più informato soprattutto per il profilo di pericolosità nettamente differente. Tra i vantaggi del decespugliatore elettrico c’è pure la facilità di manutenzione, sostanzialmente non ne ha bisogno. Il costo basso lo rende molto popolare. Queste caratteristiche non devono indurre a pensare che si tratti di un giocattolo o poco più. Tutt’altro, siamo di fronte ad uno strumento potente che ha bisogno di essere utilizzato in piena sicurezza.

La potenza di uno strumento elettrico per rimuovere principalmente le erbacce è più che sufficiente ad ottenere un ottimo risultato. Per curare il giardino di casa è perfetto, e nelle belle stagioni utilizzarlo nei fine settimana è un piacere.

La sua duttilità sta nel fatto che non occorrono particolari attenzioni in presenza di ostacoli poiché non si corre il rischio di danneggiare vasi o pavimentazione. Ciò non di meno impone di compiere movimenti accurati per colpire con precisione la zona da tagliare.

Come funziona un decespugliatore elettrico

In sostanza si tratta di un filo che viene sottoposto ad una rotazione ad alta velocità, diventando molto teso, grazie alla forza centripeta acquisisce rigidità trasformandosi nei fatti in una lama, anche se non di metallo. Il movimento e la rigidità sono sufficienti a tagliare di netto l’erba. Maggiore è la forza di rotazione maggiore sarà la potenza applicata al taglio.

Occorre prenderci la mano e diventare smaliziati nell’inclinazione della parte rotante, nei punti in cui il prato deve sfumare. Ci sono infatti punti in cui l’ostacolo può impedire di colpire l’erba in orizzontale, per riuscire a tagliare quei tratti, l’inclinazione verso l’ostacolo assicura un taglio obliquo che da appunto origine alla leggera sfumata. Nel compiere questo movimento occorre fare particolarmente attenzione a piccoli oggetti che potrebbero schizzare verso chi sta maneggiando il decespugliatore.

Se il tratta da pulire è in pendenza, il movimento da compiere sarà opposto. In pratica il filo rotante cerca la posizione perpendicolare e per far ciò occorre sollevare in verticale lo strumento. Un sassolino potrebbe essere lanciato in aria.

Per evitare questi inconvenienti, conviene ispezionare le parti da sottoporre a taglio qualche minuto prima dell’intervento. Grazie alla sua silenziosità è possibile utilizzare il decespugliatore elettrico nelle prime ore del mattino, forse il momento ideale per fare un lavoro ottimale con poche persone in giro.

In tema di sicurezza vale la pena ricordare un’altra volta che il filo in rotazione può lanciare piccoli oggetti o anche rametti in grado di provocare danni. Altri problemi non ve ne sono a meno che non si compia inavvertitamente un movimento che possa intercettare gli arti inferiori. Per evitare anche questo genere di pericolo, è opportuni indossare della calzature adeguate.

Le prime volte che si aziona un decespugliatore elettrico occorre fare un po’ di pratica per trovare la giusta inclinazione. Infine in commercio esistono anche gli occhiali protettivi. Le dotazioni di sicurezza hanno diversi impieghi, nel giardinaggio e non, sono molto più utili di quanto si pensi.