Le insalate: belle, buone e tutta salute!

Un’insalata al giorno potrebbe rendere il nostro cervello più giovane di almeno dieci anni! La notizia sta circolando da qualche giorno sul web e ha già fatto il giro del mondo, grazie ad una ricerca pubblicata sulla rivista Neurology. I benefici di questa pietanza, ora confermati scientificamente, erano già conosciuti dai più, ma andiamo a vederli nel dettaglio.  

Oltre ad essere una pietanza gustosa e leggera, con la giusta quantità di fibra, preparata con frutta fresca o secca, verdura, carne e pesce, è un concentrato unico di vitamine e antiossidanti, dai colori vivaci e soprattutto ipocalorico. In base agli ingredienti disponibili in cucina si possono realizzare insalate più o meno ricche per una dieta sana ed equilibrata.

La variante più conosciuta al mondo è sicuramente linsalata caesar di pollo. La potrete trovare in tutti i menù e può essere un salva-pasto molto valido da ordinare in ufficio per chi non vuole rinunciare a restare leggero seguendo la stagionalità dei prodotti.

Fonte: Pinterest

Quali sono i principali benefici dell’insalata?

  1. Disintossica e purifica l’organismo, ecco perché è molto presente nelle diete;
  2. Combatte l’anemia: la lattuga contiene infatti livelli elevati di ferro;
  3. Grazie al betacarotene si possono prevenire malattie cardiache, ma anche tumori ed ictus;
  4. Può aiutare chi soffre di stitichezza grazie all’apporto di fibre;
  5. Combatte l’emicrania, grazie alla presenza del sedativo naturale lectucarium che vi farà fare sonni più tranquilli. Se soffrite d’ansia o d’insonnia un bella ciotola d’insalata per cena è quello che vi ci vuole. 

Distinguere le varie tipologie di insalate e i loro relativi benefici può aiutarci ad inserirle nella nostra dieta e prevenire in maniera naturale eventuali malattie del nostro organismo. Conosciamole meglio e ricordiamoci sempre di pulire bene le foglie prima dell’uso

  • Il tarassaco, meglio conosciuto come dente di leone, aiuta a depurare il fegato e la cistifellea ed è ottimo se condito con l’aceto di mele;
  • Il soncino protegge i nostri occhi, in particolar modo la retina, grazie all’alta presenza di betacarotene;
  • La lattuga rossa è perfetta nei cambi di stagione per contrastare fastidiose gastriti e calmare il sistema nervoso. Si può abbinare all’aceto balsamico, al parmigiano e per chi vuole osare di più, alle fragole;
  • L’invidia riccia grazie alla sua croccantezza è uno stimolante naturale per il nostro intestino pigro. Si può gustare con filo d’olio ed arricchire ulteriormente con olive, pinoli ed uvette per un mix di sapori dolci e salati;
  • La rucola, dal gusto quasi piccante e amaro, combatte la stanchezza grazie alla presenza di calcio e di vitamina C. Ottima se accompagnata con formaggi di capra e pesce;      
  • Gli spinacini, ricchi di acido folico, sono un contributo importante per le donne in gravidanza, prevenendo malformazioni congenite. Sono buonissimi con una grattata di noce moscata, un goccio di limone e di olio;
  • Il crescione protegge il nostro apparato respiratorio e ha proprietà anticancro. Con una manciata di riso, gamberi e menta diventa un piatto fresco da servire d’estate.

Elogio dunque all’insalata, meglio se sfusa e non preconfezionata in tristi buste di plastica, che fa bene, rende più felici e dalle ultime notizie ci fa diventare anche più longevi: che cosa desiderare di più da una verdura?

Fonte: Pixabay