Come sarà il Summer Jamboree 2017



Anche per il 2017 il Summer Jamboree fa le cose in grande: il festival di Senigallia dedicato alla musica e alla cultura degli Stati Uniti degli anni ’40 e degli anni ’50 quest’anno festeggia un traguardo importante, diventando maggiorenne, e per l’occasione si prepara a ricevere big in arrivo dall’America destinati a entusiasmare le centinaia di migliaia di persone che prenderanno parte alla kermesse. L’evento prenderà il via ufficialmente il 29 luglio per concludersi il 6 agosto, anche se in realtà sarà preceduto da tre giorni di pre-festival, dal 26 al 28 luglio, che porteranno a dodici il totale dei giorni di durata della manifestazione.

Il sito www.goodmarche.com è un punto di riferimento importante per chi non avesse mai sentito parlare del Summer Jamboree: vi si possono trovare informazioni dettagliate e dati relativi a una rassegna nata nel 2000 e cresciuta a livelli esponenziali nel giro di pochissimo tempo. L’edizione del 2017 vedrà sul palco i Del Satins di Tom Ferrara e Stan Zizka, che direttamente dagli Stati Uniti approderanno sul main stage del Foro Annonario, che accoglierà anche il roccioso Roy Gaines e Chris Montez. Insomma, per chi ama il rock and roll si tratta di nomi in grado di far girare la testa, personaggi che hanno contribuito in maniera decisiva al boom di questo genere musicale a cavallo tra gli anni ’50 e gli anni ’60.



In particolare, i Del Satins faranno scatenare il pubblico domenica 30 luglio: un’occasione da non lasciarsi scappare, anche perché si tratterà della prima volta che gli italo-americani attraverseranno l’Oceano Atlantico per venire a suonare in Europa, dove proporranno le sonorità doo-wop dei primi tempi. Al fianco di Tom Ferrara e Stan Zizka, i fondatori della band, ci saranno Emilio Funatora, Charlie Aiello ed Edie Van Buren. Per chi non conoscesse la storia del gruppo, è sufficiente sapere che il suo successo è iniziato in seguito al successo ottenuto nel 1958 alla Battle of the groups andata in scena a New York: da quel momento la band dalla timbrica nera è esplosa metaforicamente, guadagnandosi il rispetto di Dion Di Mucci.

Ma non è finita qui, perché a deliziare gli spettatori del festival di Senigallia quest’anno ci saranno anche le sonorità di Chris Montez, a cui nel 2014 è stato dedicato un documentario che testimonia il suo valore nella diffusione e nell’evoluzione del rock. Tra rhythm and blues e influenze ispaniche, la musica di Montez è nota anche ai meno esperti grazie a un brano come Let’s dance: lo ricorderanno bene coloro che sono stati adolescenti negli anni ’60 del secolo scorso. Se si pensa che a Montez hanno fatto da band di apertura perfino i Beatles, diventa facile capire di chi si sta parlando.

Infine, merita una menzione doverosa Roy Gaines, che pur avendo superato da tempo gli 80 anni non ha ancora deciso di appendere la chitarra al chiodo: nel suo curriculum spiccano le collaborazioni con Ray Charles e Roy Milton, ma tra qualche mese comparirà anche la sua partecipazione al Summer Jamboree 2017. E non è niente male.



Share