• Home »
  • Tecnologia »
  • Tra dispositivi ecosostenibili e schermi pieghevoli, ecco il futuro degli smartphone

Tra dispositivi ecosostenibili e schermi pieghevoli, ecco il futuro degli smartphone

Una domanda che ha sempre incuriosito gli appassionati di tecnologia, e non solo, è questa: quale sarà il futuro dei nostri cellulari? All’alba di questa tecnologia l’andamento sembrava essere quello verso il raggiungimento di dimensioni sempre minori, con cellulari sempre più leggeri. Con l’avvento degli smartphone la direzione è cambiata, con molti utenti che hanno optato per schermi più grandi. Negli ultimi anni è però sempre più chiaro che il futuro dei nostri smartphone non dipende più soltanto dalle sue dimensioni. Lo sviluppo della tecnologia sta infatti portando delle interessanti novità che in breve tempo potrebbero diventare la norma.

Cellulari: tra app e piattaforme di intrattenimento

Prima di analizzare il possibile futuro dei nostri smartphone, dobbiamo considerare l’uso che ne facciamo oggi. In pochi anni, infatti, i cellulari sono passati dall’essere semplici strumenti per effettuare telefonate e inviare SMS a veri e propri computer portatili. Per molti, quindi, lo smartphone oggi è un dispositivo indispensabile che va a sostituirsi a tantissimi servizi di cui un tempo avremmo usufruito in maniera analogica.

Sembrano infinite infatti le potenzialità di questi dispositivi: con applicazioni dedicate all’apprendimento possiamo renderli delle vere proprie aule in cui imparare nuove lingue in qualsiasi momento, oppure nel caso piattaforme come Betway Casino in cui é possibile visitare i casinò online come se fossero dal vivo grazie alla tecnologia. Con programmi dedicati alla navigazione, invece, i nostri telefoni diventano delle mappe interattive che ci permettono di orientarci anche in luoghi in cui non siamo mai stati. E che dire infine di app che trasformano i nostri dispositivi in veri e propri cinema portatili?

Ormai è quindi chiaro, grazie alle app e ai siti web ottimizzati per i dispositivi mobili, lo smartphone è in grado di offrire una miriade di strumenti e servizi che ci accompagnano nel tempo libero, sul posto di lavoro e perfino in situazioni di bisogno o di emergenza.

Se quindi i tanti modi in cui sono utilizzati gli smartphone devono essere sicuramente presi in considerazione quando si vanno a fare delle previsioni riguardanti il futuro di queste tecnologie, bisogna anche rivolgere uno sguardo ai gusti dei consumatori. Sempre più spesso, ad esempio, siamo attenti alla tutela e alla salvaguardia del nostro pianeta e ci rendiamo conto di quanto i prodotti che acquistiamo, inclusi gli smartphone, possano essere nocivi.
Prese in considerazione tutte queste varianti, quali sono quindi le previsioni degli esperti per il futuro dei cellulari?

Il futuro dei nostri smartphone

Sembra, ad oggi, che gli smartphone saranno sempre più green. Negli ultimi anni abbiamo infatti assistito alla nascita di diverse aziende, tra cui spicca la sempre più celebre Fairphone, il cui obiettivo è quello di offrire cellulare facilmente riparabili, di lunga durata e prodotti con materiali ecosostenibili. E non solo, questi cellulari sono spesso modulari per cui è possibile aggiornarne singole parti, come la fotocamera, senza dover acquistare un prodotto nuovo e più moderno. Questo nuovo modo di approcciarsi agli smartphone sembra star prendendo piano piano piede anche tra le grandi case produttrici di cellulari, che stanno ideando smartphone a basso impatto ambientale.

Allo stesso tempo, però, i cellulari stanno diventando sempre più minimal. Se un tempo l’eliminazione dell’uscita per il jack delle cuffie degli iPhone aveva destato scalpore, pare che questo diventerà la norma tra connessioni Bluetooth e batterie ricaricabili anche senza cavetti. Anzi, sembra che dalle menti dei ricercatori dell’Università di Washington abbia visto la luce un telefonino senza batteria, che trae l’energia di cui ha bisogno dall’ambiente circostante. Al momento, però, si tratta di un semplice prototipo non ancora in commercio, che in ogni caso potrebbe darci indizi sulle possibili evoluzioni tecnologiche di questo settore.

Schermi degli smartphone: la grande varietà in commercio

Che dire, poi, degli schermi? Se per molto tempo li abbiamo voluti sempre più grandi, ci siamo poi accorti che uno smartphone troppo largo era difficile da impugnare e da portare con noi. La soluzione, però, sembra essere arrivata ed è già in commercio: gli schermi pieghevoli. In questo modo, infatti, il dispositivo può assumere diverse dimensioni passando dall’essere un semplice smartphone a un vero e proprio tablet. Abbiamo già esempi di questo tipo di telefoni grazie al celebre Samsung Galazy Z Fold 3G, ma ha fatto particolarmente parlare di sé il nuovo Motorola Razr 5G che, facendo leva sulla nostalgia, ha riproposto uno dei suoi cellulari best seller in versione smartphone creando così un telefono con schermo touch pieghevole.

Secondo alcuni esperti, però, dovremo dimenticarci in tutto e per tutto degli smartphone come li intendiamo oggi. Tra dispositivi modulari, che possono essere montati e smontati a piacimento, con l’aggiunta di componenti, o che potranno essere indossabili e lo sviluppo della realtà aumentata, probabilmente i cellulari del futuro avranno poco a che vedere con gli smartphone come li intendiamo oggi.

Un post condiviso da Motorola Italia (@motorolaita)