• Home »
  • News »
  • Catene luminose da esterno o per interni, come sceglierle

Catene luminose da esterno o per interni, come sceglierle

La catena luminosa è da sempre la perfetta alleata di chi, con un budget a disposizione limitato, desidera abbellire una location all’aperto. In occasione di un compleanno, una festa di laurea o semplicemente quando si desidera organizzare un ritrovo tra amici, le catene luminose possono risultare molto utili, perché riescono a stravolgere l’aspetto degli ambienti in cui vengono poste, rendendoli molto più gradevoli e accoglienti.

Catene luminose da esterno

Catena luminosa – Cos’è e a cosa serve?

La catena luminosa è un dispositivo luminoso che permette di rendere più belli gli ambienti. Per farsi un’idea più chiara del design di questo prodotto si può fare riferimento a siti di professionisti come ad esempio Luminal Park. La loro funzione è quella d’illuminare (con intensità variabili a seconda del modello scelto) e decorare i posti in cui vengono collocate.

Solitamente la catena luminosa viene acquistata per illuminare accessi (porte, cancelli, etc.), segnalare percorsi, come i sentieri lungo il prato, decorare i bordi di gazebi, tavoli, ringhiere e molto altro. Le catene luminose, alimentate tramite batteria o corrente elettrica e le loro luci possono avere colorazioni che vanno dalle nuance neutre come il bianco naturale, ed il bianco ottico freddo, fino a quelle più calde, tendenti al giallo.

Molto gettonate sono anche le catene luminose colorate, che in alcuni modelli possono essere azionate anche ad intermittenza/alternanza con colori più basici come il bianco ed il giallo. Solitamente le luci che prevedono giochi di colori hanno un motore di comando dove chi le usa può azionare le luci, spegnerle o impostare i vari effetti.

Come scegliere le catene luminose più adatte alle nostre necessità?

Per scegliere la catena più adatta alle nostre necessità, bisogna sicuramente stabilire in partenza qual è l’effetto finale che vogliamo ottenere.

Quelli citati poc’anzi, sono alcuni dei metodi più tradizionali per sfruttare le catene luminose.

Esistono però dei metodi più originali, perfetti per raggiungere dei risultati mozzafiato.

Ad esempio possiamo scegliere di abbellire:

  • I tavolini, con la creazione di centrotavola luminosi, mettendo dentro bolle di vetro, barattoli, sfere di cristallo, delle catene luminose ultrasottili con alimentazione a batteria. Insieme sarà possibile unire sassolini e conchiglie se siamo in un ambiente marino, oppure pot-pourri e piccole pigne se ci troviamo in una location di montagna;
  • Piante e tronchi degli alberi, in quanto gli ambienti ricchi di verde, con le catene luminose, assumono un aspetto fiabesco e suggestivo. Ovviamente per allestire questo tipo di addobbo, è necessario utilizzare catene abbastanza lunghe (minimo 3/4 metri);
  • Pergolati e gazebi, collocando le catene luminose da colonna a colonna o da un angolo all’altro di gazebi e strutture varie, in modo che la catena rimanga sospesa in maniera orizzontale, quasi a simulare la forma di una tenda. Perfette anche appese lungo pergolati e travi. L’installazione può avvenire semplicemente con dei ferretti rivestiti o delle fascette a tiro.

Possiamo altresì optare per la creazione di scritte, numeri o sigle luminose, perfette in caso di matrimoni o anniversari, da porre su angoli di giardino o al centro del tavolo destinato al rinfresco. Le luci in questo caso possono essere poste su forme pretagliate di polistirolo, di compensato o semplicemente modellate con del fil di ferro rivestito.

È possibile inoltre collocare le luci dentro barattoli della marmellata, in modo da creare delle lampade bizzarre e uniche. Questo trucchetto infatti, viene usato spesso nei locali arredati in stile urban style, dove l’elettricità delle luci si mischia a contesti suggestivi ed anche un po’ romantici.

Ecco quindi che il mondo delle catene luminose è veramente vasto, capace di portare abbellimento sia ad ambienti vuoti che già muniti di oggettistica e decori.