WordPress, un CMS dalle molteplici potenzialità

Pensare che WordPress sia un CMS adatto solo ai blogger è un errore che deriva dalla sottovalutazione delle potenzialità di questa piattaforma. Per conoscere più da vicino le sue caratteristiche, quindi, ci siamo rivolti agli esperti di Areaseb.

Wordpress

Chi può trarre vantaggio, oggi, dall’utilizzo di WordPress?

Con il passare del tempo questo CMS ha conosciuto un notevole sviluppo, figlio anche della sua eccezionale versatilità. Anche se il suo livello di complessità è cresciuto, si può ritenere WordPress adatto anche ai neofiti e a coloro che partono da zero: infatti per riuscire a realizzare un’applicazione web con questa piattaforma non occorre essere in possesso di specifiche competenze di JavaScript, di CSS o di HTML. È possibile implementare i contenuti, il design e i vari elementi funzionali attraverso un’interfaccia davvero semplice da comprendere, il che vuol dire che non occorre scrivere a mano un codice, che viene generato in background in automatico direttamente dal software CMS.

WordPress è adatto anche a una gestione integrata degli utenti?

Decisamente sì, e questo implica che si possa lavorare a progetti di qualsiasi genere in collaborazione con altre persone. I ruoli utente possono essere definiti a priori, e ogni utente può avere accesso a funzionalità differenti: alcuni possono solo intervenire sui contenuti, altri hanno diritti sul back end, e così via. In tutto sono 6 i ruoli utente che WordPress mette a disposizione come standard: il super amministratore, l’amministratore, l’editore, l’autore, il collaboratore e il sottoscrittore.

Quali sono le differenze tra questi ruoli?

Il super amministratore è quello che sta più in alto nella scala gerarchica: infatti è l’utente che possiede tutti i diritti, e in un sito multilingua o in un progetto multisito ha la facoltà di apportare eventuali modifiche. Lo stesso vale per l’amministratore, che però può agire unicamente nei siti WordPress autonomi. Gli editori, invece, hanno la possibilità di gestire i contenuti delle pagine, mentre gli autori possono caricare file, pubblicare messaggi, cancellarli o modificarli. Infine ci sono i collaboratori, che hanno il diritto di creare, eliminare o cambiare i messaggi, e i sottoscrittori, che possono commentare i contenuti.

A livello pratico, quali sono i più importanti campi di applicazione di questo CMS?

Le funzioni di base in realtà sono numerose, ma ciò che rende questo software così speciale è la sua grande semplicità di utilizzo. Il responsive design è garantito non solo nel front end, e cioè nelle pagine che vengono visualizzate dai visitatori, ma anche nel back end, e cioè nelle pagine su cui si lavora in WordPress: anche per questo è il miglior cms per i principianti. Come si è detto, non occorre essere in possesso di conoscenze HTML o PHP per riuscire a utilizzare la piattaforma. La mediateca permette di integrare i video, le foto e i file audio, mentre la redazione degli articoli avviene attraverso un editor che non è molto diverso dai classici programmi di elaborazione dei testi disponibili nei computer. Inoltre, i visitatori hanno la possibilità di usufruire dei newsfeed per abbonarsi ai post.

Ora ci parlate un po’ di voi?

Areaseb è una realtà che è stata creata 15 anni fa come divisione e-business di Sulsente & Bellio Srl, una società di consulenza e formazione. Oggi la nostra impresa garantisce un’assistenza tecnologica a oltre 400 aziende: riteniamo di essere in grado di creare valore misurabile. I numeri parlano per noi, con oltre 150 seminari all’anno e più di 100 progetti gestiti. Il nostro obiettivo è quello di guidare i clienti che si rivolgono a noi lungo il processo di sviluppo che hanno la necessità di mettere in atto.