Come andare in vacanza nel 2020: auto, aereo o treno?

Come andare in vacanza nel 2020? Sicuramente in automobile. Quantomeno questo sembra essere sempre il mezzo di trasporto preferito dagli italiani per i propri viaggi. Tra l’altro quest’anno, a causa della pandemia Covid-19, l’invito è quello di soggiornare in una delle mille stupende località del nostro Paese, e questo comporta dei viaggi sicuramente molto lunghi, ma non abbastanza da obbligare a prendere l’aereo o il treno. Facciamo insieme il punto della situazione.

Come andare in vacanza

La classifica dei mezzi di trasporto più utilizzati per le vacanze

Gli italiani amano andare in vacanza con la propria automobile, e questo è un dato di fatto, dal momento che oltre il 70% sceglierà proprio questo mezzo di trasporto per raggiungere la destinazione di villeggiatura. I motivi di questa preferenza sono facilmente intuibili: l’auto permette una certa indipendenza, quindi una maggiore libertà, anche dagli orari decisamente vincolanti a cui sottostare per l’aereo o il treno. In particolare in questo 2020 però, questa preferenza si è maggiormente amplificata a causa della pandemia Covid-19.

In prima battuta perché l’invito generale è comunque quello di riscoprire il nostro Belpaese. Questo significa affrontare delle percorrenze che possono essere lunghe, ma non a tal punto da obbligare a prendere altri mezzi di trasporto. In seconda battuta troviamo l’oramai tristemente famoso distanziamento sociale. Ancora non ci è dato sapere quando la pandemia sarà completamente debellata, e in questa situazione il viaggio in auto risulta decisamente più sicuro, perché non obbliga a ritrovarsi di fianco persone potenzialmente infette.

Al secondo posto della classifica sui mezzi di trasporto preferiti dagli italiani per le proprie vacanze troviamo l’aereo. Sicuramente rapido e veloce, ma anche altrettanto costoso, soprattutto quando a spostarsi è un’intera famiglia. Ad ogni modo, circa il 17% degli italiani opterà in tal senso, mentre solamente il 5% salirà a bordo di un treno. In fondo, a debita distanza, troviamo traghetti e autobus, con un “misero” 3%. La ragione di questo distacco, come detto risiede nella paura del contagio Coronavirus, tra l’altro ampiamente giustificata.

Cosa fare prima di partire

Abbiamo detto come quantomeno per questo 2020 così particolare sotto il profilo sanitario, l’automobile rappresenti l’opzione preferita da oltre il 70% degli italiani per andare in vacanza. Tra l’altro dobbiamo anche sottolineare che l’incremento, rispetto all’anno precedente, è davvero notevole: più del 16%. Utilizzare la propria vettura per viaggiare però, significa anche prestarle una certa attenzione, ed effettuare un serie di controlli presso un centro assistenza auto.

Una corretta manutenzione auto infatti, è di fondamentale importanza per viaggiare davvero in sicurezza. A chi rivolgersi per un check up generale? I Centri First Stop forniscono servizi pneumatici e assistenza auto, e il network offre oltre 160 punti vendita su tutto il territorio italiano. Numerose le possibilità offerte dalla rete di autofficine, dai servizi pneumatici, ai servizi assistenza auto più generali. Prima della partenza è dunque opportuno far controllare gli pneumatici, i freni, i liquidi (compreso quello del circuito di raffreddamento e l’olio motore), il gruppo ottico dei fari, e la salute del parabrezza.

Un altro servizio molto importante offerto da First Stop, che in questo periodo di emergenza sanitaria torna sicuramente utile, è quello dell’igienizzazione ad ozono da effettuarsi periodicamente sulla propria autovettura. Questo particolare aspetto della sanificazione tra l’altro, è uno di quelli che frena maggiormente gli italiani dal prendere altri mezzi di trasporto. In altre parole, le persone hanno paura che questa non venga svolta nella giusta maniera, o quantomeno con la corretta frequenza. Ovviamente viaggiare con la propria automobile, non può che infondere sicurezza in questo caso.

Come andare in vacanza nel 2020

Il periodo che stiamo attraversando non è sicuramente dei più semplici da affrontare, e le modifiche alla nostra quotidianità avvenute negli ultimi mesi sono state davvero numerose. Ciò che è certo è che, vivendo in sicurezza e nel rispetto delle norme sanitarie, non è possibile smettere di “vivere”. Questo è il motivo per cui gli italiani non si sono persi d’animo, e anche in questo 2020 hanno affollato una delle tante splendide mete della nostra penisola. Ovviamente raggiungibili in auto.