Come calcolare la rata di un prestito

Quando si fa una richiesta di un prestito bisogna sapere in anticipo come calcolare la rata del prestito, per capire se può essere sostenuta in base al reddito mensile in entrata e anche per confrontare e scegliere la miglior proposta.

Come calcolare la rata di un prestito

Per calcolare la rata di un prestito è necessario conoscere alcuni dati:

  • il tasso d’interesse;
  • la frequenza di pagamento delle rate (se mensile, semestrale o altro);
  • gli anni di durata del prestito.

Il tasso d’interesse

Per quanto riguarda il tasso d’interesse, c’è da fare un distinguo sul TAN e TAEG.

Il TAN è il tasso annuo nominale, ed è l’effettivo interesse che la banca applica al finanziamento. Il TAEG, detto anche indice sintetico di costo, è il tasso annuo effettivo globale, che tiene in considerazione tutti i costi aggiuntivi che si devono sostenere per restituire il prestito.

In poche parole il TAEG tiene in considerazione sia il TAN sia tutti i costi aggiuntivi da pagare alla banca (ad esempio i costi di apertura e chiusura prestito). Solitamente quando si chiede un prestito, la rata viene calcolata tenendo in considerazione il TAN; tutte le spese aggiuntive previste (che sono considerate dal TAEG) vengono inglobate nella prima rata, che sarà di un valore più alto delle altre.

TAN e TAEG variano da banca a banca. Per capire quali sono tutti i reali costi aggiuntivi del prestito si deve tenere in considerazione il TAEG: più esso sarà basso, meno tasse e costi si dovranno pagare a chi eroga il prestito.

Il calcolatore automatico

Per conoscere la rata, il metodo più semplice da utilizzare è internet: infatti si può utilizzare uno dei siti che ha un calcolatore automatico, inserendo i dati richiesti.

Solitamente per calcolare la rata di un finanziamento si deve inserire la cifra totale richiesta in euro, il tasso d’interesse richiesto da chi finanzia, la durata del prestito e la periodicità delle rate.

Nel tasso d’interesse è preferibilmente inserire il valore del TAN poichè la banca tiene in considerazione il tanno annuo nominale piuttosto che il TAEG per il calcolo della rata. Come detto, sarà solo la prima rata sarà più alta, poichè terrà in considerazione di tutti i costi aggiuntivi che sono considerati nel TAEG.

Esempio di un calcolo della rata

Se il prestito richiesto è di 3.000 euro, restituibile in tre anni con rate mensili e il tasso esercitato sia del 7%, immettendo questi dati nel tool online che calcola automaticamente i dati del finanziamento, la rata mensile ammonterà a 92.63 euro. Il costo del finanziamento completo di interesse sarà di 3334.68 euro (gli interessi totale saranno quindi di 334.68 euro).

Per confrontare e verificare la soluzione migliore tra diversi preventivi, a parità di TAN bisognerà trovare l’offerta con il TAEG più basso.

Le offerte sul mercato

Gli istituti bancari e finanziari molte volte fanno delle vere e proprie offerte  dedicate ai clienti che con tassi di interesse agevolati per chi per esempio ha estinto un prestito con tutti i pagamenti regolari senza nessun ritardo, o per chi fa una richiesta di finanziamento online o per chi è già cliente della finanziaria.

Molte volte queste offerte sono davvero vantaggiose e personalizzate al massimo per il cliente. Oramai richiedere un prestito è molto facile, o ci si reca di persona nella filiale o finanziaria di agenzia di credito oppure si può fare la richiesta online.

Ormai anche i commercianti, i dentisti, le aziende di elettrodomestici sono collegati direttamente alla finanziaria e permettono di far erogare il prestito in breve tempo.