Qual è la scopa elettrica più adatta alle tue esigenze?

Per pulire la tua casa in modo efficace e impeccabile non è detto che tu abbia bisogno per forza di un aspirapolvere tradizionale: potresti scegliere, infatti, una scopa elettrica, cioè un elettrodomestico che fa della maneggevolezza e della praticità i propri punti di forza. Questo strumento ti consente di provvedere con la massima facilità alle faccende domestiche e alle pulizie di tutti i giorni, e ti garantisce diversi vantaggi, sia in virtù della velocità di esecuzione che ti assicura, sia perché ti permette di ridurre la fatica.

scopa elettrica

Quando, come e perché usare una scopa elettrica

La scopa elettrica è un dispositivo moderno che ti dà la certezza di riuscire a raggiungere anche gli angoli in apparenza meno semplici: si dimostra un aiuto prezioso specialmente quando hai poco tempo da dedicare alla cura della casa ma ciò non ti impedisce di desiderare un appartamento sempre in ordine. Verificando il prezzo Dyson V6 puoi scoprire quanto spenderesti per uno dei prodotti migliori tra quelli sul mercato in questo momento. Ma qual è la scopa elettrica più in linea con i tuoi bisogni?

Guida alla scelta della scopa elettrica

Le scope elettriche non sono tutte uguali tra loro. Le più comuni sono le soluzioni con sacco, che offrono un grande vantaggio: le loro componenti non hanno bisogno di essere pulite di frequente, e quindi la manutenzione richiesta è limitata. Il solo intervento che occorre mettere in atto è quello relativo alla sostituzione del filtro secondo le tempistiche indicate dal produttore; ovviamente, poi, quando il sacchetto è pieno è necessario cambiarlo con uno nuovo. Una valida e interessante alternativa può essere individuata, invece, nei modelli privi di sacco: in questo caso al posto del sacchetto è presente un contenitore. I pregi delle scope elettriche di questo tipo vanno identificati nella maggiore compattezza delle dimensioni e in una maneggevolezza superiore, a vantaggio del comfort di utilizzo. C’è da tener presente, tuttavia, che in tale circostanza la manutenzione si rivela più impegnativa.

L’alimentazione delle scope elettriche

In commercio si possono trovare scope elettriche da attaccare alla presa della corrente con il filo e scope elettriche che, invece, sono prive di cavo e funzionano a batteria. Le prime assicurano performance di alto livello e, ovviamente, non danno problemi dal punto di vista dell’autonomia: il loro punto debole consiste, invece, nelle difficoltà che si potrebbero incontrare negli spostamenti. Inoltre, ogni volta che si passa da un ambiente a un altro c’è bisogno di staccare la spina e di riattaccarla. L’alternativa dei modelli che funzionano a batteriagarantisce, ovviamente, più libertà nei movimenti, ma c’è da tenere conto di una durata del lavoro ridotta; inoltre i prezzi di acquisto sono più alti.

Le scope elettriche a vapore

Le proposte sul mercato sono numerose, per un assortimento eterogeneo e destinato ad assecondare ogni tipo di necessità: ci sono, per esempio, le scope a vapore, che hanno sì il difetto di risultare piuttosto ingombranti ma sono comunque indispensabili quando si ha intenzione di igienizzare i pavimenti (una necessità da non sottovalutare quando ci sono bambini piccoli che gattonano per casa). La versatilità è, invece, il punto di forza delle scope elettriche lavapavimenti: come il loro nome lascia intuire, esse non si limitano ad aspirare le superfici ma le lavano anche.

La potenza del motore

Tra gli aspetti che dovrebbero essere presi in considerazione in previsione di un acquisto c’è la potenza del motore, che incide anche sul livello di rumorosità. Per quel che riguarda gli accessori, invece, a seconda di ciò di cui si ha bisogno si può optare per spazzole per la moquette, per il parquet, per i tappeti o per i peli degli animali.