Come devono essere le porte rapide industriali

Tra i diversi tipi di chiusure industriali che si possono trovare sul mercato, le porte rapide si fanno apprezzare per la funzionalità che garantiscono e per la loro capacità di adattarsi a ogni vano, andando incontro alle esigenze più diverse della clientela. La gamma di opzioni a disposizione è piuttosto variegata, e comprende – tra l’altro – le porte serrande coibentate e le porte avvolgibili: in ogni caso, si tratta di soluzioni che possono essere personalizzate e progettate su misura. La flessibilità è proprio una delle caratteristiche che devono essere ricercate nelle chiusure industriali, le quali per poter essere considerate efficaci devono avere la capacità di adeguarsi a ogni genere di struttura, anche la più complessa: a questo contribuiscono anche la mancanza di ancoraggi al soffitto e gli ingombri contenuti.

Le porte Trivellato sono un valido esempio di come le porte rapide industriali possano essere sfruttate non solo per la chiusura di capannoni o magazzini, ma anche per la divisione degli ambienti: il catalogo di proposte disponibili è in costante evoluzione e sempre aggiornato per andare incontro al mutare dei bisogni di una clientela variegata. Le più varie esigenze di carattere produttivo e industriale possono essere soddisfatte solo con una progettazione accurata, fermo restando che anche dopo l’installazione ci si deve occupare della manutenzione dei prodotti.

Le porte rapide avvolgibili

Una particolare categoria delle porte rapide industriali è quella delle porte rapide avvolgibili, che vengono realizzate e messe a punto per offrire gli standard di sicurezza più elevati e, al contempo, una protezione ottimale dal vento. Non solo: esse possono venire impiegate anche nel caso in cui si abbia la necessità di chiusure per l’areazione tra zone di lavoro differenti o tra i diversi spazi di un magazzino. Le porte anti-vento vengono studiate ad hoc per essere in grado di resistere non solo alle raffiche naturali, ma anche – per esempio – ai flussi di aria che si possono verificare in conseguenza del passaggio da un’area all’altra.

Le porte coibentate

Tra le porte rapide industriali svolgono un ruolo di importanza fondamentale anche quelle coibentate, che nascono con l’obiettivo di separare gli ambienti e di isolarli dal punto di vista termico: una necessità da cui non si può prescindere in tutte quelle location in cui c’è bisogno di mantenere la stabilità della temperatura interna. Dalle porte coibentate a quelle frigorifere, il passo è breve: lo scopo è sempre quello di adattarsi a specifiche condizioni climatiche, spesso con operatività fino a 25 gradi sotto zero nel caso delle chiusure industriali per celle. Una soluzione all’avanguardia è quella delle serrande micro forate, che hanno il pregio di consentire il passaggio dell’aria e, quindi, possono favorire il ricircolo della stessa.

Le porte rapide in pvc

Il pvc è uno dei materiali che vengono adoperati per la realizzazione delle porte rapide: si tratta di una soluzione che mette in mostra evidenti pregi sia sul piano della resistenza che dal punto di vista della longevità. Le porte rapide costruite in questo modo sono consigliate in tutti i contesti che sono caratterizzati da transiti frequenti e da passaggi rapidi: i vari modelli possono essere declinati a seconda delle esigenze da soddisfare, tenendo presente che la versatilità del pvc lo rende una soluzione logistica perfetta per i settori industriali più diversi.

Vale la pena di metterne in risalto, tra l’altro, la capacità di resistere a impatti e urti di ogni genere: una peculiarità che viene condivisa con le porte auto-riparanti, a cui si può ricorrere soprattutto nelle situazioni in cui è frequente il transito di macchinari per la movimentazione o di veicoli di altro genere. A garantire la sicurezza e la rapidità dei passaggi sono anche le porte a impacchettamento e quelle ad arrotolamento, che escludono ogni ingombro a terra e risultano idonee anche per la copertura di vani di dimensioni notevoli.