Vacanza in barca a vela in Croazia: Dubrovnik e non solo

Un viaggio in Croazia può rappresentare l’occasione per scoprire e conoscere da vicino alcune delle spiagge più suggestive di tutto il Mar Adriatico. Tra le tante località che meritano di essere segnate con un circoletto rosso c’è, senza dubbio, Dubrovnik, località dalle atmosfere medievali in cui le fortificazioni in pietra sono baciate dal sole e sembrano aver dimenticato i periodi bui dei primi anni ’90, con i terribili bombardamenti che la resero celebre in tutto il mondo. La guerra finalmente è alle spalle, e ora è giunto il momento di godersi delle straordinarie vacanze in barca a vela in Croazia.

Un soggiorno a Dubrovnik

Dopo aver messo piede sulla terraferma ci si può incamminare tra le strade di una città che è stata addirittura inserita nella lista dei patrimoni mondiali dell’Unesco. Passeggiando sulle sue spiagge non è difficile capirne il motivo; e nulla vieta di percorrere la strada panoramica D 414 incrociando i numerosi punti di imbarco per le isole degli arcipelaghi. Sull’isola di Korkula, per esempio, partendo dal porto di Vela Luka si può arrivare fino a Lastovo, ma da ricordare sono anche le località di Mljet e Orebic.

Le spiagge più belle

Accompagnati da uno skipper di QualitySail, vale la pena di concedersi un viaggio in barca a vela per avventurarsi tra i lidi più emozionanti di Dubrovnik: basti pensare alla spiaggia di Sveti Jacov, appoggiata tra rocce ripide, in un contesto appartato e proprio per questo estraneo alla confusione e alla folla del turismo di massa. Difficile incontrare stranieri da queste parti: sono soprattutto gli abitanti del posto a conoscere questo angolo fantastico. Da ricordare anche la spiaggia di Sunji, che con la sua sabbia candida rappresenta un’eccezione per la Croazia. Prendere il sole qui vuol dire godere un panorama unico, con in lontananza i forti del XVI secolo e le colline di contorno che regalano tutto il fresco di cui si ha bisogno. Anche i naturisti possono vedere assecondate le proprie esigenze: una parte di spiaggia è riservata proprio a loro. L’arcipelago delle Elafiti, poi, può essere scoperto tramite escursioni organizzate: basta salire a bordo di uno dei battelli che ogni giorno coprono il tragitto tra il continente e queste perle sospese sul mare per lasciarsi emozionare.

Orebic

Una volta tornati sulla propria imbarcazione, ci si può dirigere verso le spiagge di Orebic: una costa che si allunga per una decina di chilometri in cui si alternano lidi da sogno, tra i quali si possono menzionare quelli di Podobuce, di Postupe e di Mokalo. A est del centro abitato spiccano altre spiagge, senza sabbia ma con la ghiaia: per arrivarci è sufficiente seguire la strada bassa sul litorale. Un’ultima tappa degna di attenzione è quella che porta alle spiagge di Mljet, protette dai lecci, dalle querce e dai pini marittimi che donano la propria ombra. Lo spettacolo della natura è il risultato del verde di questi boschi, ma anche delle grotte carsiche che si alternano tra le scogliere. Ma è difficile non commuoversi nei villaggi di pescatori dei dintorni, in cui il tempo sembra essersi fermato, proprio come a Blace.