Rifrattometro per grado BRIX cos’è?

Il rifrattometro è uno strumento capace di determinare se una sostanza è presente nella giusta quantità. Solitamente viene utilizzato per calcolare il Brix, ossia la misura delle sostanze che dallo stato solido si sono dissolte allo stato liquido. Quindi il grado BRIX indica la misura della concentrazione zuccherina, contenuta nella frutta o verdura.

Rifrattometro per grado BRIX

Come funziona il rifrattometro? La sua azione si attiva attraverso la rifrazione della luce. È infatti composto da uno specchio, il quale ha il compito di dirigere la luce fino a farla arrivare ai due prismi. Grazie ad una scala graduata interna, si potrà stabilire la posizione relativa della luce rispetto ai prismi. Inoltre un tubo metallico ricoperto in gomma previene l’alterazione della temperatura, che potrebbe mutare anche solo con la mano. Questo aspetto è particolarmente importante, perché la temperatura influisce sui valori degli indici di rifrazione, presenti nei liquidi. Infine nella zona centrale c’è lo spazio in cui collocare la sostanza da analizzare.

Come lavora il rifrattometro e in base a cosa sceglierlo

Il processo per procedere alla misurazione è abbastanza semplice, attraverso l’apposito dosatore, compreso all’interno della confezione, si immergerà la goccia di uno qualsiasi dei fluidi da studiare, nella sezione dedicata all’apposita analisi. Grazie a questo procedimento sarà possibile visualizzare il parametro corretto del fluido, anche con l’ausilio della scala graduata presente solo nell’ottica del rifrattometro.

Per una maggiore sicurezza è caldamente consigliato effettuare questa ispezione alla luce del giorno, o comunque vicino ad una luce artificiale.

Inoltre a seconda delle esigenze, si andrà a scegliere la serie del rifrattometro più in linea con l’utilizzo a cui sarà destinato.

Ad esempio, quello più adatto alla vinificazione, coincide con il prodotto uva tripla scala serie AM602ATC, ed è in grado di identificare fino a tre parametri:

  • 0-32% gradi brix
  • 0-27 gradi Babo
  • 0-140 gradi Oeschle.

Una seconda tipologia è il rifrattometro Miele Mielometro serie AM109ATC, e il rifrattometro per marmellate Miele Sciroppi 0-90% Brix, con ATC serie AM101ATC.

Utilizzati principalmente per conoscere il contenuto zuccherino, la densità e l’umidità del miele. Si tratta di una attrezzatura utile soprattutto a coloro che praticano apicoltura o che intendono mettere in commercio miele e marmellate. Infatti andando a misurare il livello di umidità e gli zuccheri presenti nel miele stesso, saranno in grado di determinare il livello del loro prodotto.

Perché acquistare un rifrattometro?

Il rifrattometro è uno strumento semplice e chiunque, anche chi non sa nulla di chimica, può utilizzarlo. Perciò coloro che non hanno nessuna base della materia, potranno comunque stabilire la quantità di concentrato di una determinata sostanza, a prescindere che essa sia liquida o solida. L’unico piccolo accorgimento consiste nel fatto che la materia debba essere facilmente solubile in acqua.

I vantaggi di un rifrattometro e del suo sistema di misura sono tantissimi, vediamo insieme i principali:

  • non comporta nessuna interferenza in quanto non può influire fisicamente, infatti colori, temperatura e percentuali rimarranno invariate
  • neanche l’eventuale presenza di particolato o di bolle provocherà interferenza all’intero processo di misurazione del grado BRIX. Questo perché le bolle o il particolato non fanno cambiare l’angolo critico, infatti i raggi che rimbalzano sui corpuscoli finiscono in modo indifferentemente sulle aree scure e sulle aree chiare. Tuttavia non cambiano o alterano in alcun modo la posizione della linea, che si trova al confine tra zona chiara e scura.

Alcuni tra i più venduti e ricercati sono proprio i rifrattometri per birra, i quali sono da sempre i principali alleati, di coloro che con la loro attività, esportano in tutta Italia e all’estero, alcune tra le migliori birre al mondo. Misurando il grado BRIX all’interno della sostanza, sono in grado di determinare le corrette percentuali e i giusti valori, in modo da sapere cosa cambiare o regolare, per rientrare all’interno dei giusti valori e soddisfare al meglio la clientela.