Tutti i pregi della carne di struzzo

Caratterizzata da un basso contenuto di grassi, la carne di struzzo si rivela al tempo stesso gustosa e tenera. Si tratta di un alimento esotico che fino ad ora non si è diffuso sulle tavole dei ristoranti soprattutto a causa dei prezzi alti. Tuttavia, questo può rappresentare un valore aggiunto, in quanto un costo elevato è sinonimo di materia prima di qualità e di una filiera trasparente. Entrando nello specifico, la carne di struzzo macinata ha un prezzo che si aggira attorno ai 20 euro al chilo, mentre per gli hamburger si oscilla tra i 15 e i 20 euro; con il filetto, invece, si può salire fino a 35 euro.

carne di struzzo

Dove comprare la carne di struzzo

Chi desidera acquistare la carne struzzo e ha paura di non trovarla dal proprio macellaio di fiducia può affidarsi all’e-commerce di + Gusto: per gli importi superiori ai 99 euro le spedizioni sono gratuite. Le consegne vengono effettuate il lunedì, il martedì e il mercoledì, in modo da prevenire eventuali giacenze nel corso del fine settimana presso i depositi dei corrieri che potrebbero risultare pericolose per la carne. Insomma, una novità gustosa che può essere comprata online senza difficoltà e pagata tramite Paypal o con la carta di credito.

Gli allevamenti di struzzi

Dal punto di vista delle potenzialità degli allevamenti di struzzi, c’è una caratteristica che merita di essere presa in considerazione con la massima attenzione, ed è quella della versatilità. Come noto, infatti, dallo struzzo oltre alla carne si ottengono anche uova di enormi dimensioni: un uovo di struzzo corrisponde a decine di uova di gallina. Come animale, lo struzzo è in grado di adattarsi con una certa velocità: si nutre di mais, erba e fieno e può essere allevato all’aperto.

Una ricetta con la carne di truzzo: le scaloppine al pepe

Chi volesse mettere alla prova la consistenza e il sapore della carne di struzzo si può cimentare nella ricetta delle scaloppine al pepe. La procedura è decisamente semplice: si mette a scaldare in una padella una noce di burro con un po’ di olio, per poi far rosolare le fettine su tutti e due i lati. Va tenuto presente che la cottura ottimale per la carne di struzzo è quella al sangue, senza esagerare. Una volta che le scaloppine sono pronte, si prepara la salsa con la panna da cucina, del brodo vegetale e dei grani di pepe. Quindi si può servire.

Perché scegliere la carne di struzzo

La carne di struzzo è salutare e anche per questo motivo merita di essere considerata una valida alternativa rispetto a quella di manzo, anche perché ha un contenuto di colesterolo ridotto. I neurologi, i dietologi e i cardiologi raccomandano il consumo di questo alimento allo scopo di prevenire le patologie cardiache. Anche i soggetti anemici, che devono fare i conti con una carenza di ferro, possono trarre grande beneficio dal ricorso alla carne di struzzo, che è ricca di acidi grassi omega 3 ma è comunque più magra rispetto alle carni bianche. Si possono ottenere perfino degli ottimi prosciutti.

Un sapore antico

Già gli antichi Romani erano soliti consumare la carne di struzzo, ovviamente tra le classi sociali più elevate. Apicio, un cuoco dell’epoca, consigliava di preparare una salsa di menta per accompagnare la carne brasata. La salsa deve essere preparata con i datteri, i semi di sedano, il cumino abbrustolito, l’olio, l’aceto, il miele, la menta e il pepe. Come si può notare, una ricetta molto particolare ma che vale la pena di testare per immergersi nelle abitudini culinarie di 2mila anni fa.