Bitcoin: la moneta virtuale P2P, cosa sapere ?

Che cosa è il Bitcoin?

Il Bitcoin è una criptovaluta e cioè una moneta costituita da codici informatici secondo precisi schemi inerenti alla crittografia. Recentemente il numero del Bitcoin acquistati è aumentato notevolmente. Le ragioni di questo successo sono da attribuire ai suoi relativi vantaggi. Essi infatti secondo molti rappresentano una risposta ad un bisogno reale e quindi sono da considerare non solo come una riserva di valore ma anche come mezzo di scambio al pari di una comune moneta, al punto che da più parti si inizia a considerare il Bitcoin come se fosse una valuta vera e propria. Ovviamente questa percezione a lungo andare finirà per stabilizzarne l’uso attirando verso il BitCoin anche i più diffidenti.

Come comprare il Bitcoin?

L’acquisto è uguale a quello per una qualsiasi valuta, con l’unica differenza che in quel caso si parla di un pezzo di carta filigranata mentre il BitCoin è immateriale anche se costituito da una serie di numeri che rientrano in un codice ben preciso.

Come funzionano i Bitcoin?

Una volta acquistati i Bitcoin, dobbiamo trovare un posto dove depositarli. A tal proposito possiamo infilarli in una sorta di portafoglio virtuale che si chiama wallet. In questo modo possiamo tranquillamente controllarli dal nostro computer, dato che il wallet sul web è un sito internet dove si mettono i propri BitCoin. In pratica appena accediamo al sito creiamo da subito il nostro wallet da cui viene generato automaticamente un indirizzo BitCoin, il quale ci identifica in maniera univoca. In sostanza questo indirizzo non è né più né meno che un Iban come quello del conto corrente.

Dove comprare i Bitcoin?

Per comprare i Bitcoin abbiamo diverse alternative:

1.Sportello dei cambi: all’interno del quale ci sono diversi siti specializzati come per esempio Bitboat dove possiamo acquistare BitCoin pagando tramite le Poste. In pratica, dobbiamo fare una ricarica Postepay ai gestori del sito, che in seguito ci invieranno gli equivalenti BitCoin al nostro indirizzo.

2.Scambio tra i privati: nel caso possiamo comprare Bitcoin tramite uno scambio tra i privati o anche tramite gli exchange, che a conti fatti sono delle vere e proprie Borse, dove possiamo eseguire le stesse operazioni della Borsa italiana. Su questa lunghezza d’onda risultano molto vantaggiosi gli scambi tra privati, come Local BitCoin dove in pratica basta seguire gli annunci di chi vuole comprare e chi vuole vendere BitCoin e procedere al relativo acquisto o alla vendita programmata.

3.Bancomat: tramite il Bancomat possiamo accedere agli Atm BitCoin che introducono gli euro in contanti o i BitCoin che in pratica vengono accreditati direttamente sul proprio wallet, tramite l’inserimento del proprio indirizzo di posta elettronica. In Italia sono ancora un po’ scarsi gli Atm BitCoin, infatti ne sono stati segnalati solo 7.

Fonte: https://www.meteofinanza.com/bitcoin/