• Home »
  • News »
  • Per fare trading forex sono meglio i broker specializzati o le banche?

Per fare trading forex sono meglio i broker specializzati o le banche?

Come avvicinarsi al settore del trading forex? Innanzi tutto è necessario scegliere l’intermediario a cui affidarsi: sono meglio le banche o i broker specializzati? Di sicuro i broker del settore mettono a disposizione numerosi vantaggi: si tratta di società che garantiscono ai propri clienti la possibilità di avvalersi non solo di piattaforme avanzate, ma anche di grafici in real time. Ovviamente è essenziale individuare con cura l’intermediario di riferimento, così da scongiurare il rischio di truffe.

I broker specializzati e i piccoli trader

I trader principianti possono utilizzare sulle piattaforme dei broker degli account demo: si tratta di conti di prova che permettono di esercitarsi e di compiere i primi passi in questo settore senza correre il rischio di rimetterci del denaro vero nel caso in cui venga compiuto un investimento sbagliato. Ciò è possibile in virtù di una piattaforma di simulazione che si basa su soldi virtuali: ma il meccanismo di funzionamento del trading è esattamente lo stesso di quello reale.

Come scegliere il broker giusto

I broker più apprezzati dagli utenti sono quelli che mettono a disposizione di chi li utilizza del materiale informativo, grazie a cui è possibile studiare e informarsi, ma soprattutto tenersi aggiornati. Si spazia dai seminari agli e-book, passando per i corsi online: tutto concorre a un costante miglioramento delle conoscenze e a un incremento della consapevolezza utile per far fronte alle sfide del mercato con grandi probabilità di successo. Per aprire un conto di trading su una piattaforma di questo tipo è previsto un deposito minimo, ma nella maggior parte dei casi si tratta di importi irrisori. Non è detto che si applichino delle commissioni fisse, e anzi è più frequente che si preveda uno spread per ogni movimento eseguito.

Riconoscere la qualità delle piattaforme

Nel novero degli aspetti che è opportuno prendere in considerazione per la scelta di un broker c’è il numero di asset su cui gli utenti hanno la possibilità di investire: più è elevato e maggiori sono le opportunità per i trader, siano essi principianti o esperti. Tra gli asset che non dovrebbero mai mancare ci sono le coppie di valute, le materie prime, gli indici, le azioni e le monete virtuali. Un ulteriore indice della qualità di una piattaforma è la disponibilità di un’app per gli smartphone e in generale i device mobili, mentre non devono essere sottovalutate la rapidità degli aggiornamenti, la presenza di quotazioni in tempo reale e la semplicità degli strumenti da usare per il trading, come gli Etf e i Cfd.

I consigli di InvestinGoal

Per essere certi di prendere le decisioni più oculate e più informate nel settore del trading conviene navigare sul sito InvestinGoal, che consente di scegliere non solo i broker migliori, ma anche i migliori trader da copiare nel caso in cui si decida di avvalersi di un servizio di copy trading. Il portale propone le recensioni di tutti i broker online, fornendo indicazioni e informazioni utili a tutti coloro che si vogliono cimentare in questa attività.

E le banche?

Per quel che concerne le banche, va detto che sono tutto sommato pochi gli istituti di credito che permettono ai propri clienti di investire nel trading. Di certo gli istituti di credito mettono sul tavolo un rapporto con la clientela più stretto e un livello di sicurezza più elevato per i depositi. Altrettanto vero, però, è che le banche si occupano di altro, e quindi non possono garantire per il trading servizi con la stessa qualità di quelli che caratterizzano i broker online.