Il materasso determina la qualità del sonno: ecco come trovare quello giusto

Comprare un materasso sbagliato rischia di compromettere la qualità del sonno negli anni a venire. Ecco perché quando ci si reca in un negozio del settore vale la pena di mettere alla prova i vari prodotti, molleggiandosi e sedendosi sopra. Non bisogna essere pudici e avere il timore di sdraiarsi: è fondamentale sapere se il materasso su cui si ha in mente di puntare saprà regalare il comfort di cui si è in cerca quando si dorme. Il consiglio è quello di sdraiarsi a pancia in su e di mettere una mano tra il materasso e la zona lombare della schiena.

materasso

Nel caso in cui la mano non riesca a passare o comunque faccia fatica, significa che il materasso in questione è più morbido del necessario: di conseguenza il corpo finirà per sprofondare e la colonna vertebrale assumerà una curvatura non appropriata. D’altro canto, nel caso in cui vi sia troppo spazio tra la schiena e il materasso, significa che il materasso stesso è eccessivamente rigido: anche questo è un problema e causerà una posizione sbagliata.

I materassi a molle

Nella ricerca dei migliori materassi da sogno, meritano di essere presi in considerazione quelli a molle, che rappresentano una soluzione classica ma non per questo obsoleta. Le molle, che hanno una forma elicoidale, sono contenute all’interno di sacchetti in tessuto e hanno il compito di regalare la necessaria elasticità. Anche una persona in sovrappeso o obesa può utilizzare senza problemi un materasso a molle, che è consigliato – tra l’altro – a chi vive in una località in cui le temperature sono sempre elevate e a coloro che patiscono il caldo.

I materassi memory foam

Una interessante alternativa può essere individuata nei materassi memory foam, che sono più leggeri degli altri e si basano su un materiale estremamente flessibile, in grado di adattarsi ai corpi più diversi. Questi materassi sono capaci di imprigionare al proprio interno il calore dei corpi: di conseguenza sono adatti a chi vive in zone dalle temperature rigide e alle persone che soffrono il freddo. Viceversa, il memory foam non è consigliato a coloro che, nel sonno, hanno la tendenza a muoversi spesso.

I materassi in lattice

Eccezion fatta per coloro che sono allergici al lattice e per chi soffre di asma, i materassi in lattice si rivelano versatili e in grado di assecondare ogni necessità. Questo materiale assorbe in tempi rapidi i vari movimenti del corpo, e dunque assicura un sonno prolungato e privo di interruzioni anche a chi dormendo si agita più del normale. Il lattice, che si ottiene dalla gomma, garantisce un sostegno importante per il corpo ma, al tempo stesso, si dimostra flessibile e confortevole.

L’importanza del riposo

Nel momento in cui ci si accinge a scegliere il materasso da collocare in camera da letto, è bene tener presente che il riposo per ognuno di noi è un bisogno primario a cui deve essere riservata la massima attenzione. Con un materasso non adeguato, il rischio è quello di iniziare a soffrire di mal di schiena o di vedere aggravarsi gli eventuali problemi patiti dalla colonna vertebrale.

Come scegliere il materasso giusto

Solo tenendo conto delle abitudini e dei comportamenti che si hanno nel sonno si può essere certi di individuare il materasso più giusto per sé: il modo in cui si dorme non può che essere influenzato dalle caratteristiche del supporto su cui ci si stende per riposare.