In cosa consiste la sanificazione con ozono e quali vantaggi offre

La sanificazione con ozono è un metodo di disinfezione che si rivela fino a 3mila volte più efficace rispetto a qualsiasi tecnica alternativa. Essa ha il pregio di potersi adattare a tutti i contesti e di poter essere applicata nelle situazioni più diverse, garantendo prestazioni ottimali in ogni ambiente: così, diventa molto più semplice dire addio alle problematiche che la presenza di fattori inquinanti può generare.

sanificazione con ozono

Che cos’è l’ozono

Senza entrare troppo nel dettaglio, è sufficiente sapere che l’ozono consiste in una forma arricchita dell’ossigeno; esso viene formato, per esempio, dai fulmini. In tutto il mondo, al giorno d’oggi il ricorso all’ozono per la disinfezione e per la pulizia delle fognature è una realtà consolidata in oltre 3mila città. Non è un caso, inoltre, che l’ozonoterapia venga considerata una pratica di cura medica validata a livello scientifico. Con l’aiuto di un generatore di ozono si ha l’opportunità di dire addio ai parassiti, ai germi, alle muffe, ai funghi, ai virus, alle spore, ai batteri e a tutti gli altri microrganismi che mettono a rischio gli ambienti che frequentiamo tutti i giorni.

Come agisce l’ozono

L’ozono è in grado di agire sia nell’acqua che nell’aria: in entrambi i casi riesce a igienizzare in profondità e a sterilizzare. Due sono i principali vantaggi che derivano dalla scelta di questo metodo: da un lato il fatto che non vi sia bisogno di fare affidamento su prodotti chimici; dall’altro la totale assenza di residui. Ecco perché le pulizie e sanificazione con ozono imbarcazioni a Senigallia sono così apprezzate, visto che l’ozono è ecologico e permette di eliminare, tra l’altro, anche le tarme, i pidocchi, le zecche, le zanzare, gli scarafaggi e le pulci.

Addio agli infestanti

Nella sua opera di rimozione degli infestanti, l’ozono è in grado di penetrare senza problemi all’interno delle cavità, dal momento che è più pesante dell’aria: è questo il motivo per il quale lo si può adoperare anche nelle tane dei roditori o in tutti quegli anfratti in cui trovano riparo gli insetti. E non è tutto, perché un altro dei meriti dell’ozono è quello di abbattere l’arsenico, il ferro e tutti gli altri inquinanti chimici dell’acqua, tra i quali i nitriti. Vi si può ricorrere, inoltre, per la disinfezione delle derrate alimentari e per lo sbiancamento dei tessuti.

Cosa succede all’ozono che viene rilasciato nell’ambiente

Non si corrono rischi di alcun genere per effetto dell’ozono che viene rilasciato nell’ambiente: esso, infatti, dopo un breve periodo ritorna ad essere ossigeno. In più, non lascia tracce di alcun tipo, e in tal senso si distingue rispetto alla maggior parte dei prodotti chimici che vengono usati per le pulizie, spesso latori di derivati dannosi. L’ozono, invece, non fa altro che lasciare una sensazione naturale e gradevole di pulizia, anche perché degrada gli odori più spiacevoli, come quello del fritto o quello del fumo.

Dove viene usato l’ozono per le pulizie

La sanificazione con ozono dovrebbe essere presa in considerazione da tutti gli operatori alberghieri o del settore turistico, come per esempio i gestori delle mense, degli hotel, dei refettori, dei bed and breakfast, dei ristoranti, dei bar e delle case vacanze. I generatori di ozono, infatti, igienizzano gli ambienti in modo impeccabile e li lasciano senza odori.

Cosa si igienizza con l’ozono

Tra le superfici che dovrebbero essere igienizzate con l’ozono ci sono quelle dei tendaggi, delle moquette, dei materassi, delle coperte, degli armadi, delle tappezzerie, dei divani, delle poltrone e dei tappeti. Inoltre, è utile farvi affidamento per disinfettare i tubi degli impianti di condizionamento e per sanificare le loro batterie. Ancora, l’ozono è importante per igienizzare le superfici su cui vengono appoggiati gli alimenti e per rimuovere i fitofarmaci e gli erbicidi dagli ortaggi e dalla frutta.