Come scegliere il materasso

Il materasso è un grosso cuscino messo su una rete fissata ad un letto, al fine di potere andare a dormire, sdraiarsi o riposare. Questi cuscini grossi, generalmente, possiedono delle misure basate dalle dimensioni del letto e dei materiali che ne costituiscono, infatti l’acquirente interessato dovrebbe andare ad osservare fondamentalmente questi due dettagli.

Come scegliere il materasso

Le dimensioni di un ottimo materasso variano in base a ciò che l’acquirente dovrebbe comprare e alla comodità, per esempio per coloro che vogliono dormire da soli, sarebbe comodo acquistare il materasso ad una piazza di circa 90 centimetri, quello dalla larghezza di 120 centimetri è per chi vuole un grosso cuscino ad una piazza e mezza, mentre il materasso matrimoniale (confortevole utilizzo per due persone) ha il doppio della misura di quello ad una piazza ed infine il materasso a tre piazze, utile per dormire in tre fra i genitori e il loro figlio piccolo.

Parliamo di materiali per la realizzazione del materasso, posso dire che, in base al materiale scelto, presentano sia dei vantaggi che dei svantaggi. Uno dei tipi di materasso utilizzati è quello a molle, molto conosciuto comunemente ed indicato per gli acquirenti che dormono in coppia. I materassi di tipo a molle godono di molti diversi costi economici, delle ampie scelte di posizione per via della rigidità, gli unici problemi riscontranti sono il fatto che durano molto poco, costringendo l’acquirente ad acquistarne uno nuovo, fanno parecchio rumore, provocando disturbi alla gente.

Un altro materiale utilizzato per la realizzazione di questi materassi è la memory foam, ovvero una composizione di poliuretano, criticato positivamente per via della termosensibilità, infatti il materasso in questione si adatta al corpo sia per la pressione emessa che per il calore perchè si rischia di non potere far sparire l’odore emesso, pertanto, sconsiglio di acquistare questo tipo di cuscino se qualcuno cercasse di comprarne uno rigido.

Il memory foam è molto utile per la gente che accusa forti dolori alla schiena o alle articolazioni ma anche alle allergie in quanto è igienico, però l’utilizzatore di questo materasso non deve usare le termocoperte perchè si potrebbero creare degli odori irreali, non provenienti dal proprio corpo. Un’altra versione di materasso si chiama Ibrido che, come la modalità memory foam, fornisce sostegno tramite , si adatta pienamente alla pressione corporea, dà isolamento nei movimenti.
Un ulteriore elemento capace di comporre un materasso è il lattice che, come dice il nome e al contrario della memory foam, si tratta di un prodotto naturale, molto comodo per coloro che desiderano dormire in modo tranquillo durante il periodo estivo, in quanto materiale aerato e soffice. Tra le proprietà del lattice che troviamo, è la traspirazione, infatti molte cavità sono nascoste nella struttura piccola facendo degli strati d’aria, permettendola capace di muoversi liberamente, si tratta proprio grazie a questa proprietà che, tramite i canali di aerazione, possiamo dire che è il metodo molto adatto per comprare un materasso.

Ci sono alcune parti del materasso che consentono un cambio di aria, perchè, tramite il ricambio dell’aria, si può evitare che i liquidi e il sudore corporeo si stabiliscano, facendo batteri e germi, pertanto, il materiale in lattice si rivela utile per via del fatto che possa curare la gente che ha problemi di asma e tante forme di allergite.

Come per il caso dei materassi memory floam, tramite la pressione corporea, il materasso si deforma, portandosi tutte le forme della colonna vertebrale e delle articolazioni braccia e gambe, favorendo benefici per la circolazione sanguigna e della postura. Esiste una possibilità di potere sistemare il materasso in lattice in modo che non si deformi, in pratica bisognerebbe invertire il proprio corpo per circa due o tre settimane, facendo prendere aria senza tappare alcune parti, in modo da smaltire il calore rimasto nel corpo, indipendentemente dal fatto che sia inverno o estate, e con la fodera scoperta per almeno una settimana.

Per quanto riguarda il lavaggio, bisogna considerare il fatto che è consigliato lavarlo con a parte la fodera, perchè il lattice non deve essere bagnato, nè lavato con il getto di vapore, nel caso in cui la persona dovesse sbagliare, bisognerebbe asciugarlo senza però portarlo ai raggi solari, perchè altrimenti si rischia di rovinare il materiale composto.

Non bisogna usare il materasso in lattice, nel caso in cui si soffre di problemi legati alla cervicale e alla postura, perchè i materassi in lattice godono di un’elevata duratura del proprio materiale. Esiste anche il materasso gonfiabile, diciamo ad aria, che si differenzia da quelli comunemente tradizionali, come per via dello spessore di lunghezza superiore o inferiore a quelli normali.

Il materasso gonfiabile è leggero, perciò rende possibile essere spostato velocemente, ed ha tre versioni di questo tipo, ci sono infatti quelli per uso domestico, ovvero quelli che possono essere usati senza l’aiuto delle reti a doghe, quelli da campeggio sono usati per poco tempo.

Un ulteriore tipo di materasso è quello ad acqua, e presenta dei pro interessanti, si tratta di un modello ergonomico, non creando delle fosse quando ci si sdraia, comodo per la prevenzione di piaghe da decubito, dotati di un termostato per regolare la temperatura, suggeriti per chi ha problemi con i reumatismi. Tra i difetti presenti possiamo dire che sono assai pesanti, si rischia di avere delle forature, la montatura del materasso è complicata e richiede una revisione periodica.