Tutti i prodotti sono selezionati in piena autonomia editoriale. Se acquisti uno di questi prodotti, potremmo ricevere una commissione.

Come accendere un barbecue ( a gas e a carbonella ) ?

Come accendere un barbecue

Come accendere un barbecue a gas ?

Dopo aver aperto la bombola e aver acceso il barbecue a gas, che può essere caratterizzato da 2 o 3 bruciatori, le fiamme devono raggiungere la griglia. Esse sono anche manovrate e regolate da un’apposita manopola che permette una cottura sia lenta che massima, a seconda del proprio gusto. Il cibo, di conseguenza, dovrà essere lasciato aromatizzarsi per ottenere una cottura impeccabile. Avete un barbecue ma ora non sapete come accenderlo? Non c’è sicuramente motivo di allarmarsi più del dovuto. Accendere un qualsiasi barbecue è una procedura molto facile e ora vedremo insieme come si fa.

Per poter accendere un qualunque barbecue e preparare il fuoco adatto alle vostre necessità dovete prima di tutto prendere la quantità corretta di carbone senza commettere alcun errore la quantità più consona che sapete che vi porterà alla temperatura adatta – di solito è un piccolo fuocherello niente di più -.

Se avete il camino per accendere la carbonella fate prima e risparmiate sul lungo su accenditori vari. Se invece non possedete alcun camino che vi permetta di accendere la carbonella potrete tranquillamente fare una capannina con quel pugno di carbonella e mettere sotto un cubo accendi fuoco.

Noi dello staff ci sentiamo di consigliarvi una accensione ecologica e in particolare meno chimica possibile, perfetta a tutto ciò sono gli ecoricci diavolina che trovate in commercio. Non vi servirà tantissima carbonella, quando il fumo nell’accendi fuoco è sparito e siete alla temperatura giusta, quello è il momento giusto per aprire le danze!

Diavolina Eco Ricci 24 Spirali
  • Colore: Legno
  • Imballareage Dimensioni: 9.6 L x 14.8 H x 12.5 W (centimeters)

Di solito un barbecue si accende e raggiunge temperature di 110 massimo 130 gradi. Di solito, tutti quanti i grigliatori più esperti che conoscono bene i fasti che ha una cottura lenta, potranno senz’altro apprezzare gli enormi vantaggi che offre il tanto amato metodo che prende il nome di snake: si aggiunge una fila di carboni – uno snake, un serpente appunto – a fianco del fuoco che avete creato voi stesso.

Avete mai provato a cuocere le buonissime costine di maiale affidandovi per l’appunto al metodo Snake? Questo brucerà in maniera graduale, tipo una normale sigaretta, permettendovi cosi sessioni di griglia al calore indiretto molto lunghe e senza lo stress di stare ogni volta ad aggiungere carbone.

Dunque, prima di salutarci, facciamo un breve riepilogo:

  1. Fuochi possibilmente piccoli;
  2. Gioco tra cottura indiretta e diretta;

Che dire, questi riportati sono senz’altro i migliori segreti in assoluto per avere un fuoco adatto per una super grigliata da far restare a bocca aperta chiunque. Alla prossima.

Come accendere un barbecue a carbonella ?

Ora vediamo come accendere un barbecue a carbonella. Il barbecue è una passione ormai praticata un po’ da tutti in particolare per passare giornate diverse e stare in compagnia, in quanto va a conferire agli alimenti, più nello specifico alla carne, quel tipico ed unico sapore affumicato. Nel giardino di casa vostra o in qualsiasi altra parte si rivela sicuramente una delle attività più divertenti che esistano. Detto questo, per sfruttare al meglio il proprio barbecue vi consigliamo di continuare la lettura di questa guida, necessaria soprattutto a capire come accederne uno a carbonella. Iniziamo, quindi.

Il primo passo da mettere in atto riguarda la pulizia che c’è da fare: una cottura eccellente presuppone che, prima di tutto, ci sia una condizione igienica perfetta, la migliore possibile. Se il barbecue è stato già utilizzato precedentemente, bisognerà togliere ogni residuo di sporco; se anche la griglia non è in condizioni ottimali, servirà anche in questo caso dare una pulita anche a quest’ultima, pezzo di vitale importanza del vostro strumento di cucina.

Per le operazioni che vi abbiamo citato sopra, affidatevi ad acqua calda insieme a detergenti che siano di qualità e saponi a ph neutro, dandovi una mano con un guanto e una spugna. Le ceneri vanno tolte quando fredde: in particolare, cosi da andare ad evitare che queste volino via all’accensione successiva che fate, il consiglio è quello di versare un goccio di acqua nel portacenere.

Passando al passo numero due riguarda la preparazione dell’accensione: in primis, dovrete togliere la griglia dalla parte superiore del vostro barbecue; sul fondo di quest’ultimo, dovrete aprire la valvola dell’aria, per andare a favorire il passaggio di ossigeno per il fuoco, proseguendo, sarà possibile disporre la carbonella in maniera decisamente più consona. Tutto questo non prevede altro che la sistemazione del carbone a piramide, dunque con un quadrato centrale ed un po’ di più messo al centro. Affidandovi ad un accelerante chimico dovrete bagnare la carbonella: le quantità del liquido cambiano in base al barbecue in vostro possesso, in genere è consigliato bloccarsi quando il carbone è diventato bello lucido.

In conclusione, accendete la carbonella con un normale accendino o, meglio ancora con un fiammifero lungo. Alternativamente, si potrebbe bruciare un po’ di carta e gettarla tra la carbonella. Dopo circa 20 minuti dovrebbe essere già di colore rosso l’intera brace, dunque pronta per cucinare qualsiasi alimento. E’ molto importante mettere le carbonella in maniera omogenea, cosi da garantire una cottura uniforme il più possibile. L’ultimo passo da compiere è quello di riporre la griglia e cuocere gli alimenti da voi desiderati.

Ultimo aggiornamento 2024-03-02 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API