Scegliere la fede nuziale: consigli e galateo

La scelta delle fedi nuziali rappresenta uno degli aspetti più sentiti dai futuri sposi, soprattutto per il significato ad esse associate. Infatti questa decisione non è mai così semplice, in virtù del simbolismo collegato alle fedi, le quali verranno indossate quotidianamente dagli sposi e di conseguenza devono essere portatrici di un messaggio che ricordi loro costantemente le ragioni della loro unione. Al di là delle diverse tipologie di fede nuziali (classiche, francesine, sarde, etrusche, mantovane, umbre, ebraiche, irlandesi, ecc.) vi sono alcuni criteri di valutazione che bisogna prendere in considerazione con lo scopo di effettuare la scelta più saggia e consapevole.

Tra questi criteri poniamo alla vostra attenzione la misura esatta del dito facilmente deducibile prendendo un anello che già possedete, misurando la circonferenza interna con un normale centimetro; il colore del materiale come l’oro che può essere bianco, giallo o rosa e la possibilità di inciderle con una lunga frase romantica grazie all’aiuto del laser. Per poter effettuare la scelta migliore bisogna prendere in considerazione alcune regole del galateo. In primis il metallo usato deve essere l’oro sia perché rappresenta l’eternità e quindi per un significato simbolico e sia per un motivo pratico dato che l’oro è in assoluto quello che da meno problemi in termini di manutenzione e di allergie. Di recente molti sposi hanno optato per un colore meno tradizionale come l’oro bianco con l’aggiunta di una pietra che ha sicuramente il suo fascino, ma che però perde tutto il suo simbolismo dato che nella religione cristiana, l’oro giallo è da sempre simbolo di eterno. Ragion per cui consigliamo di seguire il gusto personale a patto che esso rientri nei simboli della tradizione con lo scopo di garantire i migliori auspici.

D’altronde il materiale è l’unica “concessione” nella scelta delle fede nuziale dato che gli sposi non possono scegliere dove indossarla: essa va messa assolutamente all’anulare della mano sinistra secondo l’antico rito della Liturgia Cattolica (nel caso a qualcuno venga in mente di rovesciare anche questo rituale). In generale possiamo affermare che le fede nuziali devono essere le più semplici possibili con una forma essenziale ma nello stesso tempo di grande impatto. Qualche piccola concessione estetica non guasta, ma non bisogna eccedere nello sfarzo e nel lusso a tutti i costi. In tal senso le fedi devono rappresentare la purezza delle promesse fatte davanti all’altare e di conseguenza devono essere prive di elementi e dettagli dissonanti che possono solo appesantire gli anelli. Su questa lunghezza d’onda si inseriscono le fedi nuziali classiche Gerla dalla forma classica ma dal piglio accattivante e suggestivo disponibile in oro bianco, rosso, giallo con la possibilità di ottenere gratuitamente l’incisione fatta a mano, in corsivo del nome e data o qualsiasi frase si desidera.