Dove e quando usare i binocoli



Se siete amanti dei binocoli, fin da subito vi poniamo la seguente domanda: quale scegliere tra i tanti presenti in commercio? Sopratutto quali caratteristiche deve avere un binocolo di qualità? Andiamo insieme a chiarire il tutto passo dopo passo proponendovi un articolo dettagliato.

Dove e quando usare i binocoli

Per scegliere un ottimo binocolo professionale con buone specifiche vi consigliamo di dare uno sguardo a queste caratteristiche:



  • Per un utilizzo in mare noi personalmente ci sentiamo di suggerirvi obiettivi da 40-50 cm e un ingrandimento a 7 volte. E’ importantissimo che il binocolo possieda un rivestimento gommoso e in particolare sia resistente all’acqua, se possibile anche galleggiante;
  • Per escursioni, trekking o alpinismo consigliamo binocoli con obiettivi che variano da 30-50 cm e tra i 7 e i 10 ingrandimenti. Consigliamo vivamente l’acquisto di un binocolo robusto con anche in questo caso rivestimento gommoso contro urti accidentali e, preferibilmente, con il sistema fogproof, che evita l’appannamento causato dai consueti sbalzi di temperatura e umidità;
  • Per osservazioni naturalistiche servono ingrandimenti elevatissimi, obiettivi luminosi e la possibilità di usare il binocolo su un qualunque treppiede. Parliamo di obiettivi uguali o superiori a 50 mm e un ingrandimento medio alto.

Come si usa il binocolo?

In primis bisogna cercare una posizione stabile con le gambe ben bilanciate tra di loro, proprio come si fa per effettuare uno scatto di una normale foto. Logicamente occorre posizionarsi in un punto con una visibilità più che accettabile, senza alcun cespuglio davanti, alberi o pali. Poi si prende in mano il binocolo con entrambe le mani e, partendo dalla massima apertura che offre il prodotto, si regola per bene la distanza tra gli occhi fino a quando i due semicerchi che si vedono non si sovrappongono in una sola immagine circolare. Tutto qui.