Spazzolini elettrici, sono meglio di quelli normali?



Una delle domande più frequenti che si pongono coloro che amano più di ogni altra cosa al mondo l’igiene della bocca è la seguente: meglio acquistare uno spazzolino elettrico o uno normale? Premesso che lo scopo finale è lo stesso, ci sono differenti evidenze che rivelano da tempo che gli spazzolini elettrici di ultima generazione consentono una rimozione migliore del ben 98% della placca batterica in maniera decisamente più agevole rispetto ad un normale spazzolino, senza arrecare il minimo danno a livello gengivale.

Spazzolini elettrici

Nonostante lo spazzolino normale esista da anni, è logico che uno spazzolino elettrico di ultima generazione disponga di apparecchiature decisamente migliori e al tempo stesso sicure, che funzionano a pulsazioni o a oscillazioni laterali ripetute ad alte velocità. Caratteristiche che, unite alle piccole grandezze della testina si adattano perfettamente ad ogni dente, cosi da permettere la rimozione in maniera davvero efficiente della placca e i vari residui di cibo.



Lo spazzolino elettrico dunque risulta essere abbastanza utile per chi la mattina è sempre di fretta, visto che garantisce una pulizia più rapida e maggiormente efficiente rispetto a quella offerta da un classico spazzolino.

I costi non sono gli stessi

Esistono diversi modelli e di ogni fascia di prezzo: si inizia con quelli che costano sui 15 massimo 20 euro fino ad arrivare a ben 150 euro per i più professionali, contro una media di due-quattro euro per lo spazzolino classico. Si deve anche considerate il fatto che una volta acquistato uno spazzolino elettrico si dovrà sostituire periodicamente solo la testina. Tra le altre cose, più testine intercambiabili possono essere utilizzate sullo stesso apparecchio da più persone, il che ammortizza la spesa e vi far risparmiare e non poco.

Quale modello acquistare alla fin dei conti?

La scelta va sul personale, non diciamo altro. Qualunque sia la vostra scelta è necessario rammentarsi per bene di cambiare spesso la testina quando le setole iniziano a diventare più dure del solito o appaiono leggermente usurate.