Come friggere le patatine



Sicuramente nonostante i tantissimi alimenti apprezzabili nel nostro paese uno dei più buoni sono senza dubbio le patatine fritte. Tuttavia per essere fritte evidenziamo fin da subito che vanno fritte in una determinata maniera per avere il sapore perfetto. Qui sotto ora brevemente ma dettagliatamente vi spiegheremo pertanto come fare, in pochissimi e rapidissimi passaggi, come fare per poter friggere correttamente le deliziose patatine.

Come friggere le patatine

In primis sicuramente bisogna accuratamente selezionare gli ingredienti. Per avere come risultato finale delle patatine croccanti è tassativo prediligerle a pasta gialla. Questo perché contengono acqua e dunque di conseguenza vanno a creare un fritto asciutto e al tempo stesso compatto. Per quanto riguarda la forma è altamente consigliato affidarsi a quelle a bastoncino. Capitolo frittura, invece, consigliamo vivamente di utilizzare dell’olio extravergine in quanto riesce benissimo a tenere saldamente anche con temperature piuttosto elevate.



Come friggere le patatine: il tipo di cottura perfetto

Quello più consono è quello francese. Prendete le patate gialle, pelatele nel miglior modo possibile e tagliatele a forma di bastoncino in base alle dimensioni che più vi piacciono. Ora, arrivati fino a qui, bisogna immergere le patate in acqua completamente fredda per qualche minuto: proseguendo asciugatele con la carta da cucina. Mettete l’olio e lo strutto in una qualunque padella, non fa differenza. Oppure puoi utilizzare una friggitrice o una friggitrice ad aria se preferisci.

La temperatura massima è di 140 gradi. Ora immergete le patatine e friggetele per un tempo stimato che varia dai 5 ai 10 minuti. Passati i minuti in questione togliete le patatine con un mestolo forato e asciugatele con della carta assorbente. Portate a questo punto l’olio a 190 gradi e immergete nuovamente le patatine per qualche minuto. Scolate di nuovo le patatine, mettete sulla carta assorbente e un po’ di sale.