Come si può risparmiare sul trasloco



Tra le varie preoccupazioni che devono essere affrontate da chi si accinge ad affrontare un trasloco, una delle più significative è quella connessa al tema dei costi: un evento del genere, infatti, può presupporre una spesa non indifferente, destinata ad aumentare se la distanzache deve essere coperta è molto ampia o se il numero di arredi e mobili da spostare è particolarmente elevato. Rivolgersi a un’azienda seria e affidabile come quella che si può conoscere grazie al sito www.traslochisardegna.net è senza dubbio una garanzia di affidabilità, ma sono molti gli aspetti che vanno valutati per cercare di risparmiare il più possibile senza che – ovviamente – ciò abbia ripercussioni sulla qualità e sulla sicurezza del trasloco stesso.

Il primo consiglio da tenere a mente è quello di muoversi per tempo: una programmazione organizzata con il giusto anticipo fa sì che tutte le voci di costo possano essere tenute sotto controllo con calma e serenità, senza che si affronti il rischio di corse dell’ultimo secondo. Questo vuol dire, tra l’altro, decidere che cosa è degno di essere conservato e cosa, invece, può essere messo da parte, regalato, venduto o dato in beneficenza. Prendere appunti è sicuramente un’idea intelligente, perché consente di fare ordine tra le proprie idee e di gestire tutte le fasi di un trasloco – una situazione che di per sé è abbastanza confusionaria – nel modo più efficiente possibile.



Gli imballaggi 

Per risparmiare, si può decidere di optare per gli imballaggi a costo zero. Ma che cosa si può fare in proposito, visto che nei negozi al dettaglio i cartoni e le scatole presentano prezzi abbastanza elevati? Può essere utile recarsi in un centro commerciale o in un supermercato e chiedere di tenere da parte alcune scatole che, altrimenti, verrebbero buttate. Chiaramente la stessa richiesta può essere presentata in molti altri contesti, in un ristorante, in un negozio o in un ospedale. Vale la pena di ricordare che tanto più una scatola è pesante quanto più diventa difficile spostarla, ma – d’altro canto – un imballaggio troppo leggero rischia di rivelarsi poco resistente. Ecco perché è meglio puntare su scatole piccole, che forse richiedono qualche viaggio in più ma che si dimostrano davvero facili da gestire.

Scegliere la ditta giusta

La maggior parte dei costi connessi a un trasloco dipende dal prezzo dei servizi della ditta a cui ci si rivolge: chiedere più preventivi a varie aziende del settore non costa letteralmente nulla, dal momento che gli stessi vengono forniti in modo immediato e gratuito. L’importante è comunicare tutte le esigenze, per evitare che alla fine del lavoro il conto presenti delle spese supplementari: per lo stesso motivo, è indispensabile leggere tutte le clausole con la massima attenzione.

Le misure, infine, sono importanti: i corridoi e le porte della casa in cui ci si sta per trasferire devono essere misurati con cura perché si possa essere certi che i mobili più grandi e gli arredi più ingombranti riescano a passare.



Share