Articoli tecnici industriali: i Manicotti lineari



Its Italia è il fornitore ideale per gli articoli tecnici industriali ed è diventata un’azienda leader nel settore grazie all’esperienza maturata nel corso degli anni. Tra i prodotti offerti dall’azienda ci sono i manicotti lineari, capaci di eseguire movimenti lineari con una resistenza d’attrito minima fornendo un moto estremamente preciso e agile. Questi prodotti possono essere applicati in diversi settori della lavorazione industriale assicurando efficienza, qualità e precisione. Sono disponibili nel magazzino di Its Italia diversi modelli di manicotti che possono adattarsi ad ogni necessità e richiesta del cliente.

Manicotti a ricircolo di sfere JFK

I manicotti per movimenti lineari JFK sono composti da un anello esterno cilindrico, da una gabbia per la ritenuta delle sfere, da due anelli di estremità per la trattenuta delle gabbie e se richiesto anche da due anelli di tenuta. I vari componenti sono montati in modo tale da ottimizzare le rispettive funzioni velocizzando e migliorando la resa finale. L’anello esterno è sottoposto ad un particolare trattamento termico, in seguito del quale garantisce una maggiore durezza che conferisce una notevole durata al manicotto in termini di distanza percorse e di ore. La gabbia di ritenuta delle sfere può essere realizzata in acciaio oppure in poliammide ed è trattenuta nell’anello esterno dai due anelli di estremità.

La gabbia in acciaio garantisce una elevata rigidezza ed una buona resistenza meccanica, mentre la gabbia in poliammide è in grado di ridurre il peso totale del manicotto. Questi manicotti lineari presentano un anello esterno in acciaio dove viene accoppiata una gabbia in acciaio stampato o in alternativa in poliammide, caratteristiche che assicurano precisione e rigidità elevate. Sopportano carichi agenti in qualsiasi direzione, quindi sono anche facili da montare. Inoltre, sono intercambiabili quindi si possono sostituire facilmente. Its Italia dispone di un’estesa gamma di manicotti, disponibili ad esecuzione chiusa, esecuzione registrabile ed esecuzione aperta. I manicotti per movimenti lineari sono prodotti in precisione standard.



Utilizzo e montaggio dei manicotti lineari JFK

Per sfruttare appieno le potenzialità dei manicotti lineari JKF bisogna utilizzarli nel modo corretto. Ad esempio, una registrazione eccessiva che causa la deformazione dell’anello esterno influenza la precisione di scorrimento e la sua durata, provocando un gioco residuo elevato. L’accoppiamento albero/manicotto e alloggiamento/manicotto quindi deve essere tale da non incidere negativamente sul corretto funzionamento del sistema lineare. Gli anelli in feltro usati come tenute aggiuntive ai manicotti JFK migliorano l’azione del lubrificante e prolungano gli intervalli di lubrificazione.

I sistemi lineari JFK sono dei componenti di alta precisione, quindi devono essere manipolati con estrema cura evitando che cadano o subiscano degli urti. Per ottenere buone prestazioni bisogna accertarsi che le dimensioni della sede, dell’albero e della superficie di montaggio della guida siano adeguate e precise. Infine, è necessaria la massima pulizia, in quanto i corpi estranei possono avere un’influenza negativa causando il danneggiamento o il cedimento dell’intero sistema.

Temperature di esercizio e lubrificazione

I manicotti per movimenti lineari sono in grado di operare a temperature comprese tra i -20° ed i 110°. Un altro aspetto rilevante da considerare riguarda la corretta lubrificazione, necessaria per garantire un risultato performante e soddisfacente. L’uso di sistemi lineari senza lubrificazione aumenta il fenomeno di usura dei corpi volventi, riducendo la durata effettiva. La lubrificazione deve essere eseguita con oli per turbina oppure con grassi al sapone di litio. I sistemi lineari possono essere dotati di apposite tenute per impedire l’ingresso di polvere e delle particelle estranee e per trattenere il lubrificante. Se i manicotti lineari vengono impiegati in ambienti contaminati o corrosivi è consigliabile applicare un ulteriore coperchio protettivo sui componenti che racchiudono l’intero sistema lineare.