» » » » I social network uccidono i sentimenti ... veri

E' tempo di rivoluzione ... ogni giorno il mondo cambia. 

Tutto si evolve velocemente. Nel giro di vent'anni il mondo è cambiato. Si è per così dire ristrutturato. Nuove forme di comunicazione hanno paradossalmente isolato le persone. L'individualismo ha distrutto la collettività. E questo vale per le grandi città, ma anche per i piccoli paesi. 

Tutti cercano di farsi notare e nessuno più osserva. Tutti parlano e pochi ascoltano. Tutti scrivono e nessuno legge. Una comunicazione deviata, utilizzata (non sempre) per soddisfare il proprio ego. 

I social network poi hanno enfatizzato quel senso di frustrazione, di mal di vivere portando giovani e adesso meno giovani a isolarsi. A vivere una vita che non esiste. Si cerca disperatamente davanti ad un monitor e battendo sulla tastiera di essere quello che non si è; e di cercare quello che è impossibile trovare ... 

 Facebook, WhatsApp, Twitter, e poi ancora i siti a pagamento di incontri online ... hanno creato delle comunità capaci di incidere sul vivere quotidiano, al punto di condizionarne la vita stessa nella sua interezza e nella sua essenza. Se un giorno ti torneranno in mente i bei momenti vissuti ... probabilmente ti torneranno in mente anche quelle "relazioni" appese e quella continua ricerca di ambiguità. 

 Migliaia di volti scorrono davanti a noi ... profili ... numeri ... immagini ... è un turbinio di fascino, illusione, meraviglia. Si possono incontrare stando a casa centinaia di persone ogni giorno, parlare con decine di persone in contemporanea e poi non si riesce a stare in pace con se stessi ... Non si riesce a parlare con i propri figli, con la propria moglie, il proprio marito, con l'amico o l'amica. 

 Una comunicazione muta. 

Una comunicazione pericolosa che ha portato al degrado della società nei rapporti tra individui, ma soprattutto sta uccidendo i sentimenti ... non si vivono più ... ma si consumano davanti ad un monitor lasciando dietro un profondo senso di vuoto. 

 Continua ... 

 Luigi Palamara

About Luigi Palamara

Reggio Calabria e la sua Provincia dentro la cronaca e non solo.
«
Next
Post più recente
»
Previous
Post più vecchio

Nessun commento :

Lascia un Commento