728x90 AdSpace

  • Breaking News

    domenica 17 febbraio 2013

    MNews.IT

    Roma-Juventus 1-0: gol di Totti.

    La Roma batte la Juve 1-0 con un gol di Totti.
    La Roma batte la Juve 1-0, grazie a un siluro di Totti.

    La Roma si sblocca, la Juve cade e il campionato, che sembrava già finito, magicamente si riapre, col Napoli che può rifarsi sotto. Una serata ancora una volta nel segno di Francesco Totti. Nel momento peggiore del campionato il capitano giallorosso si carica la squadra sulle sue spalle, regala sprazzi da autentico fuoriclasse e infila l'amico Buffon.

    Dei suoi nove gol finora in campionato questo di stasera è sicuramente il più bello. E dire che finora non è ha tirato nemmeno un rigore. Un gol che fa ritrovare il sorriso ai giallorossi, alla loro prima vittoria dell'anno, nel momento chiave di questa tormentata stagione. Lasciatosi alla spalle il calcio champagne zemaniano, l'arrivo di Adreazzoli sembra aver dato concretezza al gioco.

    E la Roma, forse per la prima volta, per 90' non ha avuto sbandamenti facendo la partita che doveva fare, umile e di grande cuore. La Juve non è stata la solita Juve. Poco incisiva in attacco, dove a parte un tiro nel secondo tempo di Vucinic non si è proprio vista. Davvero irriconoscibile la squadra di Conte: Matri è stato un fantasma e anche quando è entrato Giovinco è stato altrettante evanescente. Buona invece la prima di Anelka, ha giocato solo pochi minuti, ma la sua esperienza si é subito notata: suo un assist nel finale a Giovinco, che ha sciupato in maniera imbarazzante. Un altro stop per i bianconeri dopo quello in casa con la Sampdoria.

    TOTTI, GRANDE REAZIONE ORA SPERIAMO SVOLTA - La Roma si affida ancora una volta al suo uomo simbolo per uscire dalla crisi e superare la Juventus campione d'Italia. E' Francesco Totti il salvatore della patria giallorossa, il goleador che stende i bianconeri allo stadio Olimpico con un missile terra-aria sparato da 23 metri a 113 km orari. Un tiro su cui l'amico Buffon non ha potuto far nulla, se non raccogliere il pallone il fondo al sacco e rassegnarsi al fatto che il capitano romanista lo ha trafitto per la decima volta in carriera. "E' stato un gol pesante contro una delle squadre più forti del mondo - ha ammesso il numero 10 al termine dell'incontro - Speriamo che questa sia la partita della svolta. Lo speriamo tutti, dai giocatori ai tifosi. Sta a noi scendere in campo con l'obiettivo preciso di fare bene e mettere in difficoltà chiunque".

    CALCIO: DI LIVIO, TOTTI MAESTOSO MA LAMELA IL MIGLIORE DI ROMA-JUVE.


    Roma, 17 feb. «Totti è stato maestoso ha preso per mano la squadra, ma, secondo me, il migliore in campo è stato Lamela ha fatto vedere un gran bel calcio». È il commento su Roma-Juventus di Angelo Di Livio dopo aver visto la sfida con i tifosi in occasione di 'Bar Sport Peronì. «La Roma nel secondo tempo si è impadronita della partita e la Juve è calata vincendo meritatamente. In ottica scudetto la Champions può togliere energie ma la Roma ha fatto una gran bella partita, poi un eurogol di Francesco Totti ha dato una svolta alla gara anche se la squadra giallorossa è andata più volte vicina alla rete», ha aggiunto Di Livio soprannominato «Soldatino» romano di Roma che ha iniziato la sua carriera nelle giovanili dell'AS Roma vincendo anche il Torneo di Viareggio, dopo un anno nella massima divisione sempre con la Roma fino ad arrivare nel 1993 alla Juventus.

    CALCIO: LAZIO; PETKOVIC, VINCERE A SIENA PER LA SVOLTA TECNICO, SCONFITTA JUVE? CI CONCENTRIAMO SU NOI STESSI.

    ROMA, 17 FEB - «La sconfitta della Juve di ieri? Sono tre punti che non posso avere. Ci concentriamo noi stessi. Domani avremo contro un avversario difficile e in gran forma. È importante vincere questa gara per dare svolta a un periodo felice ma non ottimo». Alla vigilia della difficile trasferta di Siena, il tecnico, Vladimir Petkovic, non pensa alla sconfitta della capolista ma soltanto alla sua Lazio. La sfida con i bianconeri toscani arriva tra le due sfide di Europa League con il Borussia Moenchengladbach. «Difficoltà post Europa? Le difficoltà ci sono, lo abbiamo visto anche ieri sera, le squadre che giocano una volta a settimana, con un organico buono hanno tutti i vantaggi - le parole del bosniaco -. Ma non ci sono scuse, tutti lottiamo per andare in Europa e stare lassù dove conta. Abbiamo voluto la bicicletta, adesso dobbiamo guidarla. Sicuramente vedendo le ultime partite sarà molto importante l'approccio. Ho iniziato da ieri a ripeterlo ai giocatori». Anche perchè in Toscana i biancocelesti non vincono dall'aprile 2006. «È un segnale di allarme in più per essere al 120% e arrivare con l'approccio giusto – aggiunge -. Dobbiamo dare una svolta a questo periodo felice ma non ottimo. Da noi l'entusiasmo non è mancato mai, poi ci sono valutazioni esterne che giustamente vengono fatte. Quello che conta adesso sono i punti».

    CALCIO: CELLINO; INTERROGATORIO PATRON ROSSOBLÙ SECRETATO DOMANI ISTANZA SCARCERAZIONE,ATTESA PER FACCIA A FACCIA CONTINI.

    CAGLIARI, 17 FEB - Sono stati secretati i verbali dell'interrogatorio fiume del presidente del Cagliari calcio, Massimo Cellino, arrestato per tentato peculato e falso ideologico insieme al sindaco e all'assessore ai Lavori pubblici del comune di Quartu, Mauro Contini e Stefano Lilliu, nell'ambito dell'inchiesta sulla realizzazione dello stadio Is Arenas, la nuova casa dei rossoblù. Non si potrà, quindi, sapere nulla su cosa il presidente abbia detto al Giudice delle indagini preliminari Giampaolo Casula e al sostituto procuratore Enrico Lussu, che coordina l'inchiesta, nelle circa nove ore del colloquio di ieri avvenuto in una delle celle del carcere Buoncammino a Cagliari. Gli avvocati Benedetto Ballero e Giovanni Cocco, che difendono il patron rossoblù, avevano parlato della possibile secretazione dell'interrogatorio appena usciti dal penitenziario. Proprio per questa ragione non si erano soffermati molto sul contenuto: «Cellino ha ricostruito la storia dello Stadio Is Arenas - aveva detto spiegato Ballero - dall'origine, fino alle ultime questioni. Non ha accusato nessuno e sulla altre telefonate intercettate non è emerso nulla di nuovo e nulla di rilevante». La decisione di 'blindarè l'interrogatorio era stata presa anche per il faccia a faccia tra gli inquirenti e il funzionario del settori Lavori pubblici del Comune di Quartu, Pierpaolo Gessa, arrestato a novembre con il collega del settore Ambiente dello stesso Comune, Andrea Masala, e con l'impresario Antonio Grussu. Lunedì mattina i legali di Cellino presenteranno istanza di scarcerazione. Nessuna richiesta di arresti domiciliari, come deciso dallo stesso presidente rossobù che intende uscire dal carcere da «uomo libero, dimostrando la mia completa innocenza e totale estraneità ai fatti». Lunedì dovrebbe anche essere interrogato il sindaco di Quartu Mauro Contini, attualmente piantonato all'ospedale Brotzu dove si trova ricoverato dopo il malore del giorno dell'arresto. Il primo cittadino e i legali hanno dato parere favorevole al colloquio, ma saranno i medici a decidere se Contini potrà rispondere alle domande del giudice. L'assessore Stefano Lilliu - in carcere insieme a Cellino - ieri invece si è avvalso della facoltà di non rispondere, rilasciando solo alcune dichiarazioni spontanee in merito ai suoi rapporti con il patron rossoblù e sulla sua passione per il Cagliari.


    CALCIO: IACHINI, CONTRO LAZIO VOGLIO UNA GARA DI GRANDE PERSONALITÀ, 'SIENA AFFRONTERÀ UN AVVERSARIO FORTE, SERVIRÀ BUONA ORGANIZZAZIONE DI GIOCÒ.

    Siena, 17 feb. «Dovremo fare una grande partita contro un avversario molto forte. Affrontiamo una squadra che negli ultimi anni è sempre stata al vertice del calcio italiano, ha una rosa importante che Petkovic ha dimostrato di saper assemblare molto bene». Riassume così la sfida di domani al Franchi contro la Lazio l'allenatore del Siena Giuseppe Iachini. «Noi dovremo proseguire nel nostro percorso di crescita, ci stiamo conoscendo sempre meglio dopo i cambiamenti di gennaio -evidenzia il tecnico dei bianconeri-. Ci stiamo compattando sempre di più, il livello delle prestazioni è sempre stato buono anche quando i risultati non sono arrivati. Al di là degli avversari, dobbiamo sempre fare con attenzione la fase difensiva e quella offensiva per creare problemi a chi abbiamo di fronte». «Rispetto per tutti, ma voglio vedere sempre una squadra che abbia la sua organizzazione e personalità per giocarsi la partita -precisa Iachini che conclude parlando dei giocatori arrivati a gennaio-. Stanno migliorando allenamento dopo allenamento, qualcuno ha già dimostrato ottime cose, ma tutti stanno lavorando al massimo per integrarsi velocemente nei nostri meccanismi di gioco».


    CALCIO:MILAN; GALLIANI, SPERO RECUPERO EL SHAARAWY PER BARCA CORI CONTRO MILITO? NON LI HO SENTITI, CLIMA DERBY NON È TESO.

    MILANO, 17 FEB - «Più che preoccupazione, c'è speranza di recuperare Stephan El Shaarawy». Adriano Galliani è ottimista sulle chance che l'attaccante del Milan smaltisca il fastidio a un ginocchio in tempo per la sfida di Champions League di mercoledì contro il Barcellona. «Il sorteggio ce li ha dati sei volte in due stagioni, è incredibile, cercheremo di giocarcela - ha detto l'ad rossonero nell'intervallo del derby fra gli Allievi nazionali di Inter e Milan - Si giocherà senza sudditanza psicologica anche se il Barcellona è la squadra più forte del mondo». Dopo la partita di Champions, domenica prossima il Milan affronterà il derby contro l'Inter, e potrebbe arrivarci con un punto di vantaggio se i nerazzurri dovessero perdere questa sera contro la Fiorentina. «Non mi fate fare previsioni, non mi piace», ha tagliato corto Galliani che ha assicurato di «non aver sentito» i cori cantati dalla Curva del Milan venerdì contro l'interista Milito, vittima di un grave infortunio al ginocchio. «L'infortunio di Milito mi ha subito dispiaciuto. Sul nostro sito abbiamo pubblicato un messaggio di auguri. La posizione del Milan è di simpatia per un grande campione» ha chiarito l'ad rossonero, convinto che non sia teso il clima che precede il derby: «No, no, non mi sembra che sia così, non drammatizziamo».

    CALCIO: BARI; CAPUTO,ORA C'È RISCHIO TENSIONE PER PLAY OUT.


    BARI, 17 FEB - «Ora c'è il rischio che nello spogliatoio si possa sentire la tensione per la situazione di classifica, ma è nostro compito rimanere compatti, per venir fuori al più presto, uniti, da questa crisi»: dopo il pareggio 'flop' al San Nicola con il Crotone, il capitano del Bari, Francesco Caputo, ha offerto questa radiografia del clan biancorosso, messo alle corde dalla mancanza di risultati e da una classifica che vede i biancorossi relegati al quart'ultimo posto dopo aver coltivato in autunno sogni play off. Il cannoniere è a digiuno da ben sette partite (ha siglato finora nove reti, l'ultima l'8 dicembre contro lo Spezia). «Non sono affatto frenato - ha detto - dalle vicende legate al calcioscommesse. Ho la coscienza pulita, amo la maglia del Bari e voglio solo dare il mio contributo alla salvezza della squadra». Sulla flessione di rendimento dell'undici di Torrente ha poi aggiunto: «Ci alleniamo come sempre, con la stessa intensità, ma ci gira male. Anche ieri con i calabresi abbiamo creato tre occasioni da rete, ma la palla non è entrata in porta. Il primo tempo abbiamo giocato tatticamente bene, nella ripresa abbiamo accusato un calo. Non dobbiamo farci prendere dall'ansia - ha concluso l'attaccante altamurano - ma vivere le sfide partita dopo partita. Ora ci aspetta la trasferta di Vercelli, dove dobbiamo impegnarci per fare risultato e rimetterci in carreggiata».

    CALCIO: PETKOVIC, VINCERE A SIENA PER DARE UNA SVOLTA, 'NELL'ULTIMO PERIODO ALLA LAZIO È MANCATA UN PÒ DI FORTUNA, NON L'ENTUSIASMÒ

    Roma, 17 feb. «Per noi è importante vincere a Siena e dare una svolta a questo periodo non ottimo». L'allenatore della Lazio Vladimir Petkovic parla così del prossimo impegno dei biancocelesti domani al Franchi contro i bianconeri, trasferta ostica visti i precedenti che parlano di una sola vittoria della squadra capitolina nelle ultime otto sfide disputate. «Tradizione a parte, questo può essere un segnale di più per essere al 120%. Nell'ultimo periodo ci è mancata anche un pò di fortuna, non è girata dalla nostra parte -precisa il tecnico di Sarajevo-. Noi dobbiamo essere bravi a insistere. Qualche volta ne hai di più, qualche volta di meno. Sicuramente l'entusiasmo non manca mai». Petkovic parla poi del momento della squadra che negli ultimi incontri ha avuto un incremento dei gol subiti. «Molti sono arrivati da palle ferme -aggiunge il tecnico-. Se vediamo bene non penso che gli avversari hanno tante occasioni, non glielo permettiamo. La maggior parte arrivano da errori individuali e palle ferme. Dipende dalla concentrazione e dalla cattiveria. Si paga anche solo un errore». Per riprendere quota la Lazio dovrà stare attenta e migliorare. «Ci sono tante cose che voglio rivedere -evidenzia Petkovic-. Ci sono molte più cose positive che negative. Contro il Siena giocherà solo chi è al 100%. Mauri è in dubbio. Non ha fatto allenamenti con la squadra. Ederson? Se è stato convocato vuol dire che è pronto. Dipende quanti minuti può stare in campo e con quale qualità. Ma si può vedere solo sul campo. Pian piano cercherò di inserirlo e dargli delle possibilità». Un commento arriva anche sul buon momento di Floccari. «A periodi è sempre esploso qualche giocatore -dice Petkovic-. Vuol dire che le valutazioni sono giuste. Io cerco di dare le possibilità, poi tocca a loro. E Floccari si è fatto trovare pronto». Infine una valutazione su Kozak che si è espresso ad alti livelli in Coppa. «In campionato gli manca solo la convinzione per fare quello che fa in Europa -conclude l'allenatore della Lazio-. I suoi movimenti sono più produttivi in Europa e deve farli anche in Italia. Deve essere più cattivo e produttivo».


    CALCIO: SERIE A; PROSSIMO TURNO

    ROMA, 17 FEB - Prossimo turno del campionato di serie A (26/a giornata, 7/a di ritorno), in programma domenica 24 febbraio alle ore 15. - Sabato 23 febbraio: Palermo-Genoa (ore 20.45) - Domenica 24 febbraio: Sampdoria-Chievo (ore 12.30) Atalanta-Roma Bologna-Fiorentina Cagliari-Torino Juventus-Siena Parma-Catania Inter-Milan (ore 20.45) - Lunedì 25 febbraio Udinese-Napoli (ore 19.00) Lazio-Pescara (ore 21.00).
    • MNews.IT Comments
    • Facebook Comments

    0 commenti :

    Posta un commento

    Item Reviewed: Roma-Juventus 1-0: gol di Totti. Rating: 5 Reviewed By: Bruna Italia Massara
    Scroll to Top