Hoverboard come funzionano?

Il funzionamento degli hoverboard è piuttosto semplice ed intuitivo. Di conseguenza tutti possono imparare a gestire questi mezzi di trasporto alternativi, progettati con lo scopo di rivoluzionare il concetto di mobilità e più in generale di modificare le regole della vita outdoor. Infatti essi non sono stati pensati solamente per un uso ludico e quindi per far passare ai più piccoli un paio d’ore all’insegna dello svago e del divertimento, ma anzi si rivelano perfetti per chi deve raggiungere il posto di lavoro e non si vuole far imbottigliare dal traffico cittadino. Gli hoverboard sono a conti fatti degli alternativi mezzi di locomozione il cui funzionamento deriva dall’attivazione di due ruote (ma vi sono anche versioni con una sola ruota) azionate a loro volta da due motori elettrici indipendenti. Questi ultimi possono fare affidamento su una batteria al litio che viene alimentata durante il suo utilizzo da specifici circuiti elettrici.

hoverboard come funzionano

Per caricarla interamente ha bisogno di un paio d’ore al termine delle quali è in grado di assicurare un’autonomia di utilizzo di circa 20 chilometri per una velocità media di 10 km/h calcolata su circa 2 ore e mezza di utilizzo continuato. Poi ci sono i modelli all’avanguardia che possono vantare la presenza di smart-key elettroniche che consentono l’accesso ad applicazioni per smartphone favorendone la tracciatura. In generale gli hoverboard sono costituiti da un piccolo integrato che si impegna a rielaborare le informazioni inviate dai sensori ad infrarossi delle ruote per scaturire il movimento. Di fatto definisce la velocità azionando i motori delle due ruote e direzionandole nel verso interessato. A quel punto le info rilevate dal giroscopio sono inviate alla scheda elettronica che fa da tramite con i due motori.

Il funzionamento stesso risulta essere molto facile. Per esempio se dobbiamo curvare a destra ci basterà frenare frenare con il piede destro che dunque fa da perno durante il movimento, e poi premere con quello sinistro per avanzare e andare destra. Viceversa se dobbiamo spostarci verso sinistra. Il tutto sta nel fare pratica perché una volta intercettato il meccanismo dobbiamo solo ripeterlo ogni volta che dobbiamo cambiare direzione.

Tale modalità di attivazione risulta così facilitata in virtù della sua leggerezza strutturale. Infatti generalmente gli hoverboard pesano intorno ai 10 kg con ruote che hanno un diametro che oscilla dai 6 pollici ad un massimo di 10 pollici. Spesso venduto con un apposito “zaino” con lo scopo di poterlo trasportare comodamente in qualsiasi momento.

Quello che ci ha colpito del suo funzionamento è il fatto che molti personal transporter si accendono facilmente tramite un pulsante, e inoltre a seconda della tipologia dei modelli si prevede anche l’uso di uno spinotto con lo scopo particolarmente vantaggioso di collegare il caricabatterie ed eventuali led di segnalazione. In siffatto contesto le ragioni del loro successo commerciale emergono una dopo l’altra dall’analisi dei suoi punti di forza. Tenendo bene a mente che ci sono poi anche alcuni prodotti che consentono di essere utilizzati in modalità principiante e quindi con velocità limitata a pochi chilometri all’ora. Ciò si rivela una soluzione ideale per coloro che hanno bisogno di fare pratica quindi necessitano di prendere confidenza gradualmente con il mezzo stesso.

Ora che avete capito in che modo manovrare gli hoverboard ma soprattutto quali sono i loro effettivi punti di forza non resta che acquistarne uno dei tanti transporter elettrici presenti su Amazon. Indipendentemente dal modello che scegliere (che sia a due ruote o monorouta) siamo certi che vi divertirete nel guidarli.